Il Papa aspettava i fatti e Trump taglia gli aborti. Ora un plauso

24 gennaio 2017 ore 15:16, Americo Mascarucci
A #Papa Francesco Donald #Trump non piace e questo lo si era capito da tempo, nonostante la maggioranza dei cattolici Usa, oltre il 53%, avesse preferito il candidato Repubblicano rispetto ad Hillary Clinton.
Anche l’episcopato americano si era espresso in gran parte per Trump con tanto di vescovi e preti che nelle omelie avevano invitato i fedeli a votare per lui.
Ma Papa Francesco no, lui non può mostrare simpatia per un presidente che a suo giudizio vuole alzare muri e non ponti, che non vuole accogliere ma respingere, che rifiuta l’integrazione e preferisce chiudere le frontiere mettendo al primo posto l’America e gli americani. 
Bergoglio non cita espressamente Trump ma è apparso a tutti evidente come il richiamo all’Adolf Hitler del 1933 e l’allarme sul pericolo "nuovi dittatori" fosse rivolto a lui. quanto meno non è stato mai smentito il fatto che molti hanno scritto e riportato questa lettura. 
Perché poi alla fine (e chissà perché) Hitler lo si vede sempre dietro a chi difende l’orgoglio nazionale, vuole proteggere i propri confini, la propria economia dalla concorrenza sleale e rifiuta una globalizzazione che dal piano economico si è spostato su quello dei diritti al punto da imporre oggi politiche che contrastano con l’etica (vedi le unioni gay, l’utero in affitto ecc.). “
"Giudicheremo dai fatti" ha detto Bergoglio riferendosi a Trump ma lasciando intendere di non fidarsi minimamente di lui.
Il Papa aspettava i fatti e Trump taglia gli aborti. Ora un plauso

E quali sono state le prime misure di Trump? 
A poche ore dall'insediamento, dal sito della Casa Bianca è immediatamente scomparsa la sezione riservata ai diritti LGBT che era stata un motivo di orgoglio per l’amministrazione Obama. 
Poi è passato a bloccare i fondi federali alle Organizzazioni internazionali che promuovono e praticano l’aborto.
Gesto questo che senza ombra di dubbio assume un forte valore simbolico prima ancora che economico. 
Un gesto che tutti i presidenti repubblicani, da Reagan in poi, hanno attuato appena giunti alla Casa Bianca, bloccando i finanziamenti alle organizzazioni abortiste prontamente ripristinati invece dai presidenti democratici, Clinton e Obama su tutti.
Trump avrebbe potuto non farlo, invece ha voluto dimostrare di non voler correre dietro alla propaganda di sinistra che promuove come diritti indiscutibili, le nozze gay e il diritto delle donne ad interrompere una gravidanza.
"Giudicheremo dai fatti" ha detto Francesco, e questi sono i primi fatti di Trump, che certamente i cattolici americani avranno senza dubbio gradito.
Arriverà dal Papa un plauso al neo presidente Usa? Oppure difendere la vita umana e la famiglia naturale non sono gesti abbastanza significativi per la Chiesa cattolica?
caricamento in corso...
caricamento in corso...