Francesco risponde su Amoris Laetitia: c'è chi vede "dubia" anche in Parolin

29 settembre 2017 ore 12:18, Americo Mascarucci
La risposta di Papa Francesco alle tante critiche piovute su di lui per i contenuti dell'Esortazione Apostolica Amoris Laetitia sono arrivati ma indirettamente. Infatti, come riferisce La Stampa, Bergoglio avrebbe affrontato il caso nel corso di un colloquio riservato avvenuto nel corso del suo recente viaggio in Colombia e che sarà pubblicato sul prossimo numero della rivista dei gesuiti Civiltà Cattolica. 
Stando a quanto riporta La Stampa, Papa Francesco avrebbe bollato le critiche come "legittime ma sbagliate". Accuse dure quelle mosse da teologici e intellettuali cattolici (non soltanto tradizionalisti) che con una lettera sottoscritta da personalità di varia provenienza, hanno invitato il Pontefice a chiarire alcuni passaggi dell'Esortazione, sette in tutto,  che potrebbero prestarsi niente che al rischio di eresia. Prima erano stati i cardinali attraverso i Dubia a sollevare analoghe perplessità. In realtà nessuno ha mai esplicitamente accusato il Papa di diffondere eresie, si è soltanto chiesto al capo della Chiesa di chiarire alcuni aspetti.
Francesco risponde su Amoris Laetitia: c'è chi vede 'dubia' anche in Parolin

COSA HA DETTO IL PAPA
Francesco avrebbe risposto alle critiche con le seguenti parole: "Sento molti commenti – rispettabili, perché detti da figli di Dio, ma sbagliati – sull`Esortazione apostolica post-sinodale. Per capire l`Amoris laetitia bisogna leggerla da cima a fondo. A cominciare dal primo capitolo, per continuare col secondo e così via, e riflettere. E leggere che cosa si è detto nel Sinodo. Una seconda cosa: alcuni sostengono che sotto l`Amoris laetitia non c`è una morale cattolica o, quantomeno, non è una morale sicura. Su questo voglio ribadire con chiarezza che la morale dell`Amoris laetitia è tomista, quella del grande Tommaso. Potete parlarne con un grande teologo, tra i migliori di oggi e tra i più maturi, il cardinal Schoenborn. Questo voglio dirlo perché aiutiate le persone che credono che la morale sia pura casistica. Aiutatele a rendersi conto che il grande Tommaso possiede una grandissima ricchezza, capace ancora oggi di ispirarci. Ma in ginocchio, sempre in ginocchio".. 

IL RICHIAMO A RATZINGER
Immancabile il riferimento a Benedetto XVI che viene tirato in ballo ogni volta quasi a voler evidenziare una continuità fra pontificati che pochi intravedono: "Benedetto XVI parlava della verità come incontro - aggiunge Francesco - ovvero non più una classificazione, ma una strada. Sempre in dialogo con la realtà, perché non si può fare filosofia con la tavola logaritmica, che peraltro è ormai in disuso. E lo stesso vale anche per la teologia, ma questo non vuol dire imbastardire la teologia, al contrario. La teologia di Gesù era la cosa più reale di tutte, partiva dalla realtà e si innalzava fino al Padre. Partiva da un semino, da una parabola, da un fatto e li spiegava".  
Basterà questo a chiarire i dubbi? A leggere queste righe non sembra proprio che si sia chiarito molto ma forse bisognerà attendere la pubblicazione integrale del testo sulla rivista gesuitica per poter esserne sicuri. Da sottolineare tuttavia come lo stesso Francesco, pur criticando le accuse, le ritenga legittime. Insomma, criticare il Papa su materie che esulano dai dogmi di fede e che possono prestarsi a divergenze di interpretazione, è ancora possibile. 

I DUBBI DI PAROLIN
Lo scrittore Antonio Socci sulla sua pagina Facebook ha pubblicato un articolo apparso sulla Nuova Bussola Quotidiana dove vengono riportate alcune dichiarazioni rilasciate dal segretario di stato vaticano Pietro Parolin a margine di un convegno sull'Iraq. Parolin avrebbe detto a proposito della lettera dei teologi cattolici: "Le persone che non sono d’accordo esprimono il loro dissenso ma su queste cose si deve ragionare, cercare di capirsi". Per Socci questa sarebbe la dimostrazione di come anche fra i più stretti collaboratori di Bergoglio non manchino le perplessità e i dubbi.

#papafrancesco #amorislaetitia #critiche
caricamento in corso...
caricamento in corso...