Cattolici nazisti? Formigli e Tarquinio zittiti da Belpietro - VIDEO

06 ottobre 2017 ore 15:15, Americo Mascarucci
A Piazza Pulita quella di ieri sera è stata la puntata dei "cattolici nazisti". Così infatti sono stati etichettati i cattolici che hanno il torto di non pensarla come Papa Francesco sul tema dell'accoglienza e sulla politica delle braccia spalancate verso i migranti. Il cronista che va fuori della parrocchia milanese dove si anniderebbero i cattolici più integralisti (pensate, qui le donne indossano ancora il velo sulla testa, che vergogna!) che attende la fine della messa per chiedere ai fedeli un'opinione sulle parole del Papa inerenti all'accoglienza degli stranieri. E come accade solitamente ecco che ad andare in onda sono le dichiarazioni dei più facinorosi, quelli che alzano le mani, che aggrediscono, che sostengono che "prima vengono gli italiani, poi tutti gli altri" che magari danno addosso a Bergoglio e dicono pure le parolacce.
Il piatto è servito: "Viva i cattolici nazisti". Ma nazisti di che? Qualcuno ha forse detto che gli extracomunitari vanno chiusi nei lager? Che devono essere sterminati nelle camere a gas? Non è che il termine nazista tanto per cambiare viene usato a sproposito? Anche perché se tutto è nazismo, anche le dichiarazioni di qualche esaltato che certo non può comunque rappresentare il cattolico italiano tipo (a meno che non si voglia coerentemente riconoscere che l'islamico violento che davanti alle telecamere sostiene le ragioni dell'Isis e giustifica gli atti di terrorismo rappresenti il vero volto dell'Islam), allora l'allarme nazista non solo non viene alzato ma abbassato alla stregua di una pagliacciata. E il nazismo, quello vero, è stato tutto fuorchè una pagliacciata.
Cattolici nazisti? Formigli e Tarquinio zittiti da Belpietro - VIDEO

In studio fra gli ospiti ci sono il direttore di Avvenire Marco Tarquinio e il vignettista Sergio Staino, ateo dichiarato che però è stato arruolato dal giornale dei vescovi, dove ha esordito con vignette molto discutibili su Gesù Cristo. Poi c'è il direttore del quotidiano La Verità Maurizio Belpietro. Ed è proprio lui a difendere il diritto dei cattolici a non pensarla come Papa Francesco sull'accoglienza, a non essere d'accordo sullo Ius Soli senza per questo essere etichettati come nazisti. E a Tarquinio, che rispondendo alle polemiche sull'arruolamento di Staino ad Avvenire ha rivendicato il diritto del quotidiano della Cei ad ospitare e far lavorare anche chi cattolico non è, Belpietro rinfaccia la poca tolleranza dello stesso verso quei cattolici che non la pensano come Avvenire sullo Ius Soli, ad iniziare da quei parroci che per protesta non distribuiscono più il giornale in parrocchia. Perché alla fine la Chiesa, quella vera, non è sicuramente quella mostrata a Piazza Pulita ma nemmeno quella del prete pro-migranti che spalancando le braccia si chiede se esista davvero Dio, che però, chissà perché, non scandalizza più nessuno.

#piazzapulita #tarquinia #belpietro


caricamento in corso...
caricamento in corso...