Francesco in ritiro ad Ariccia: chi è la guida spirituale Giulio Michelini

07 marzo 2017 ore 12:43, Americo Mascarucci
Papa Francesco è arrivato alla Casa del Divin Maestro ad Ariccia, dove resterà fino a venerdì prossimo per prepararsi alla Quaresima attraverso meditazioni ed esercizi spirituali. Domani quindi salterà anche la tradizionale udienza del mercoledì nell'aula Paolo VI. 
Gli esercizi spirituali saranno predicati dal frate francescano padre Giulio Michelini.
Francesco in ritiro ad Ariccia: chi è la guida spirituale Giulio Michelini

CHI E' GIULIO MICHELINI
Nato a Milano nel 1963, frate minore ordinario di Esegesi neotestamentaria all'Istituto Teologico di Assisi si è laureato alla Facoltà di Lingue dell’Università di Perugia, ha conseguito il Dottorato in Teologia Biblica alla Pontificia Università Gregoriana e ha frequentato tre corsi al Bat Kol Institute di Gerusalemme. 
Ha pubblicato uno studio sulla passione di Matteo (Il sangue dell’alleanza e la salvezza dei peccatori, Gregorian & Biblical Press 2010) col quale ha conseguito il Premio Bellarmino 2009, un commento al Primo vangelo (Matteo. Introduzione, traduzione e commento, San Paolo 2013), e uno alla cosiddetta "Giornata di Gesù" a Cafarnao nel racconto di Marco (Un giorno con Gesù, San Paolo 2015). È autore di diversi articoli scientifici. 
Dal 1993 al 1996 è stato direttore del pensionato universitario di Monteripido in Perugia; in questo periodo collabora assiduamente con gli arcivescovi Ennio Antonelli e Giuseppe Chiaretti. 
E' direttore della rivista Convivium Assisiense; nel 2014 è nominato Professore Ordinario di Sacra Scrittura sempre presso l’Istituto Teologico di Assisi, aggregato alla Pontificia Università Lateranense. 
Dal 1997 al 2001 è aiutante di studio presso la Segreteria generale della Conferenza Episcopale Italiana. Dal 2011 al 2017 è responsabile della comunità dei frati Minori del Convento di Farneto. 

GLI ESERCIZI SPIRITUALI
"Proprio per preparami al meglio al clima di questi Esercizi – ha confidato padre Michelini ad Avveniremi sono ritirato per 10 giorni in uno dei luoghi più suggestivi e silenziosi della Galilea, Cafarnao, ospite del convento dei miei confratelli della Custodia di Terra Santa, per respirare e toccare con mano gli stessi luoghi calpestati e abitati da Gesù. Ero, tra l’altro, a pochi metri dalla casa di San Pietro. Rispetto ai miei ultimi predecessori che hanno predicato gli Esercizi a papa Bergoglio, il carmelitano Bruno Secondin e il servo di Maria Ermes Ronchi, che rispettivamente affrontarono meditazioni sul profeta Elia e le 'Nude domande del Vangelo', io ho scelto un testo come il Vangelo di Matteo, sul quale ho lavorato per il dottorato e nelle successive ricerche di biblista, per presentare ai miei interlocutori il mistero della Passione, morte e Risurrezione di Gesù. Non potrò non entrare anche in questioni anche tecniche ed esegetiche, che verranno però poi proposte con una lettura di tipo esistenziale e spirituale".

caricamento in corso...
caricamento in corso...