Juve-Napoli al veleno, Valeri andrà ai Mondiali con un bagno di insulti

01 marzo 2017 ore 11:17, Luca Lippi
Post partita di andata della semifinale di Coppa Italia al veleno. Il Napoli ha addirittura interrotto il silenzio stampa e la questione è sempre la stessa, la direzione arbitrale. La società partenopea critica aspramente la direzione arbitrale di Valeri, a partire dai giocatori (Reina e Tonelli in primis) e poi anche dai dirigenti.  Il Corriere dello Sport riporta uno sfogo del presidente De Laurentis: "Al ritorno facciamo giocare la Primavera". 

GLI EPISODI CONTESTATI
-Pochi dubbi sul primo rigore (minuto 46’) concesso alla Juventus. Koulibaly stende Dybala, schiacciando a terra il piede dell'attaccante argentino. È vero, il numero 21 della Juve inizia l'approccio verso il difensore con un piccolo slancio per prepararsi all'impatto, ma non ci sono dubbi sulla concessione del rigore.
- Rigore reclamato dal Napoli (minuto 68'). Albiol va giù nell'area della Juve, stretto nella morsa tra Bonucci e Pjanic. Ma con il difensore bianconero non c'è alcun contatto. Albiol si prepara invece all'impatto con la gamba di Pjanic, che è netto come mostra un replay da dietro la porta. Era rigore per il Napoli.
- Difficile da far digerire ad un portiere la concessione del secondo rigore per la Juve. Reina si infuria e viene ammonito (per il fallo, non per le proteste). Il portiere scatta verso Valeri perché sa di aver toccato la palla in uscita bassa su Cuadrado. Il problema è che lo spagnolo tocca sì il pallone, ma non lo toglie dalla disponibilità del colombiano, che dopo quel tocco potrebbe ancora concludere a rete. Reina però lo travolge, mandandolo a terra e perciò è calcio di rigore per la Juventus.
Attenzione, c’è sempre da considerare che alla moviola è tutto più facile da valutare!

Juve-Napoli al veleno, Valeri andrà ai Mondiali con un bagno di insulti

INTERROTTO IL SILENZIO STAMPA
Il  Napoli torna a parlare ai microfoni e lo fa attraverso il ds Cristiano Giuntoli: “Non abbiamo deciso di interrompere il silenzio, ma ci sembrava il caso di fare complimenti pubblici ai ragazzi. Le decisioni arbitrali non sono state discutibili ma vergognose. Questo fa male al calcio italiano”, spiega commentando a Raisport.
Giuntoli va nel dettaglio: “non è netto nessuno dei due rigori. Nel primo Dybala butta via la palla a caso, non c’è contatto; nel secondo Reina tocca il pallone e poi non può sparire, non è rigore neanche questo”. 
Sul contrasto Albiol-Bonucci in area juventina, il ds azzurro sottolinea che “vanno addosso in due al nostro calciatore, era rigore. Ribadisco, decisioni arbitrali vergognose, voglio fare i complimenti alla squadra e basta”. 
È la volta del portiere Reina che non le mada a dire:Abbiamo fatto un bel primo tempo, abbiamo fatto il nostro lavoro e difeso bene. Nel secondo tempo la partita è cambiata solo per gli episodi. E’ l’arbitro con le sue decisioni che cambia il risultato. Tocco Cuadrado sull’azione del rigore? Non posso mica sparire…”. 
Reina parla anche di un contatto contro Albiol nell’area bianconera: “E’ più rigore questo di quelli dati alla Juve, sono molto arrabbiato

LA RABBIA SOCIAL
In corso di partita ha iniziato il difensore Tonelli, nella circostanza non a disposizione di Sarri. Un tweet eloquente che parla di scandalo. Successivamente, il tweet del Napoli Calcio "Se guardate le partite sulla Rai, fatelo senza audio".
La replica è arrivata da parte di Marco Mazzocchi vice direttore di Rai Sport, in studio nel post partita di Juve-Napoli, dopo il commento del direttore sportivo azzurro Giuntoli molto pesante sulle decisioni dell'arbitro in riferimento al rigore netto non concesso ad Albiol e a quello inesistente concesso a Cuadrado. "Voglio chiarire che la regia non è nostra, ma di Infront, quindi arrabbiatevi con gli altri. Così come Giuntoli ha definito vergognosa la direzione arbitrale, io invito la Società Sportiva Calcio Napoli a tornare sui propri passi. È inaccettabile un attacco ai nostri telecronisti. Lo possono fare i tifosi, non la società e se ne assumerà la responsabilità", ha detto Marco Mazzocchi che ha confermato il concetto alla fine del post partita dopo le interviste.
"Ribadisco che il tweet apparso sul sito del Calcio Napoli è inaccettabile. Mi prenderò valanghe di insulti dai tifosi napoletani ma questo cosa va detta"
Insomma la polemica si è accesa non solo per le decisione dell'arbitro Valeri ma anche sulla telecronaca. Duro anche il tweet di Alessandro Pellegrini, il manager di Sarri. "I telecronisti e opinionisti di RaiSport lo stipendio o il gettone lo prendono grazie al canone. Se devo sentire osannare vado in chiesa. Ora voglio vedere al ritorno il prefetto di Napoli se blocca solo i residenti in Piemonte, nel caso il San Paolo sold-out"

#CoppaItalia #Juventus #Napoli
autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...