Tridente da favola, difesa rocciosa: la Lazio batte il Torino ed è quarta

14 marzo 2017 ore 10:45, Andrea De Angelis
Ad inizio anno era il Torino di Mihajlovic la squadra tutta grinta e muscoli. Difesa rocciosa, un portiere d'esperienza e poi quei tre là davanti capaci di segnare come nessun altro. Ancora oggi Belotti è il capocannoniere della Serie A, ma in classifica la squadra piemontese naviga tra la nona e la decima posizione, incapace di lottare per l'Europa. Quasi avesse avuto il tanto famoso quanto temuto braccetto del tennista. Paura di volare. L'esatto opposto invece si può dire per un'altra compagine, quella che proprio ieri sera in quel di Roma ha annichilito l'avversario, sfinendolo durante la prima ora di gioco, per poi colpirlo nel finale. 

Tridente da favola, difesa rocciosa: la Lazio batte il Torino ed è quarta
LAZIO DA EUROPA
La Lazio di Simone Inzaghi è insieme all'Atalanta di Gasperini la vera sorpresa dell'anno. La scorsa stagione fu il Sassuolo di Eusebio Di Francesco. Quest'anno la palma di squadra rivelazione dell'anno se la contendono laziali e bergamaschi. Il merito è tutto dei loro mister? Forse. Di certo Simone Inzaghi ha preso una squadra che sembrava già essere messa nelle esperte mani di Bielsa ed è riuscito fino a questo momento a fare ciò che non sarebbe stato richiesto neanche al tecnico argentino. 

TORINO ALLE CORDE
La difesa è forse la sorpresa nella sorpresa per quanto riguarda la formazione biancoceleste. Il valore di Ciro Immobile, Felipe Anderson e del giovane Keita erano già noti al grande pubblico. Così come la forza a centrocampo di Parolo (titolare azzurro) e Biglia, ai quali si è affiancata la rivelazione Milinkovic Savic. Ma dietro, dicevano molti, sarebbero stati dolori. Invece no. L'allenatore è riuscito a costruire una squadra quadrata, così anche ieri sera il Torino non è riuscito a realizzare più di una rete ed è stato costretto a difendersi. Neutralizzato Belotti, da 4 in pagella Ljajic, in goal è andato il subentrato Maxi Lopez. Poi, però, ci hanno pensato Keita e Felipe Anderson a chiuderla. Tridente tutto a segno, e per Immobile sono già diciassette reti. Chapeaux. 

#laziotorino #seriea #calcio
caricamento in corso...
caricamento in corso...