Tutto sulla nuova UEFA Nations League: come funziona e quando si gioca

20 settembre 2017 ore 17:09, Micaela Del Monte
La Uefa ha ideato una nuova competizione che verrà presentata domani a Ginevra. Un torneo per nazionali europee la cui prima edizione comincerà nel settembre del 2018 e terminerà nel giugno del 2019. Si chiamerà Uefa Nations League e vedrà protagoniste le 55 federazioni affiliate alla Uefa che verranno divise in quattro Leghe.  In base al ranking le stesse verranno divise in quattro divisioni, con le prime 12 che faranno parte della Divisione A e il resto suddivise dalla B alla D con promozioni (esclusa la A) e retrocessioni. Il sorteggio della fase a gironi avverrà il 28 gennaio 2018 a Losanna.
Tutto sulla nuova UEFA Nations League: come funziona e quando si gioca
- Divisione A: 12 squadre, 4 gironi da 3 squadre
- Divisione B: 12 squadre, 4 gironi da 3 squadre
- Divisione C: 15 squadre, 1 girone da 3 squadre, 3 gironi da 4 squadre
- Divisione D: 16 squadre, 4 gironi da 4 squadre

LEGA A (squadre suddivise in quattro gruppi da tre) 
Germania, Francia, Portogallo, Belgio, Spagna, Inghilterra, Svizzera, Italia, Croazia, Polonia, Islanda, Bosnia ed Erzegovina. 

LEGA B (squadre suddivise in quattro gruppi da tre) 
Repubblica d'Irlanda, Russia, Austria, Svezia, Slovacchia, Galles, Ucraina, Olanda, Irlanda del Nord, Repubblica Ceca, Turchia, Ungheria. 

LEGA C (squadre divise in un gruppo da tre e tre gruppi da quattro) 
Grecia, Romania, Slovenia, Israele, Serbia, Danimarca, Bulgaria, Albania, Scozia, Montenegro, Norvegia, Lituania, Azebaigian, Cipro, Armenia.

LEGA D (squadre suddivise in quattro gruppi da quattro) Estonia, Finlandia, Bielorussia, Georgia, Isole Faroe, Lettonia, ERJ Macedonia, Kazakistan, Moldavia, Lussemburgo, Liechtenstein, Kosovo, Malta, Andorra, San Marino, Gibilterra.

COME FUNZIONA
Le 12 nazionali della Divisione A giocheranno per conquistare il titolo, ma il meccanismo sarà lo stesso anche per decretare le vincenti delle rispettive divisioni. Le quattro vincitrici dei gironi, infatti, accederanno alla Final Four che verrà disputata a eliminazione diretta. Le 4 squadre vincitrici delle rispettive Final Four otterranno il pass per l'Europeo del 2020. La Final Four per il titolo si giocherà a giugno 2019, mentre gli spareggi saranno giocati a marzo 2020.

Se una squadra vincitrice di un girone si fosse già qualificata a Euro 2020 tramite le qualificazioni europee, il suo posto verrebbe preso dalla nazionale con il ranking più alto all'interno della propria divisione. Come detto, però, esisterà un meccanismo di promozioni (tranne la A) e retrocessioni (tranne la D). Le quattro nazionali vincitrici del rispettivo gruppo otterranno la promozione, le ultime classificate invece saranno retrocesse.

QUANDO SI GIOCA
Ogni due anni si andrà avanti così, con partite da tre punti decisamente più interessanti, per chi scende in campo e per chi si siede sugli spalti. Con la possibilità, non secondaria, di incassare ulteriori soldi dai diritti televisivi e dagli sponsor. 

La prima edizione della Nations League assegnerà anche quattro posti per Euro 2020, quello itinerante a 24 squadre (le qualificazioni classiche prevedono 10 gironi, con accesso alla fase finale per le prime due di ogni gruppo: invece di settembre 2018 si comincia a marzo 2019). Chi può trovare l’Italia nel nuovo torneo? Una simulazione Uefa attualmente inserisce gli azzurri nella Divisione A, insieme con Germania, Francia, Portogallo, Belgio, Spagna, Inghilterra, Svizzera, Croazia, Bosnia ed Erzegovina, Polonia e Islanda. Si parte il 7 settembre con la prima giornata, a novembre (il 16 e il 20) le altre due. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...