Allegri choc, Bonucci "in castigo" per Porto-Juventus e non solo...

22 febbraio 2017 ore 13:27, Micaela Del Monte
Il faccia a faccia tra Leonardo Bonucci e Massimiliano Allegri a pochi minuti dalla fine di Juventus-Palermo è costato caro al difensore bianconero. Il caso che sembrava essersi chiuso con una multa, peraltro mai confermata dalla società, si è definito ieri nella conferenza stampa pre-partita di Champions League contro il Porto al Dragao, con l'annuncio del tecnico a 24 ore dal match con i portoghesi: "Domani va in tribuna". Bonucci quindi continua a stare in castigo con una decisione presa dal tecnico ma condivisa con la società.

Allegri choc, Bonucci 'in castigo' per Porto-Juventus e non solo...
Le regole si rispettano e a maggior ragione le devono rispettare i senatori. Il battibecco tra i due è finito in diretta ripreso dalle telecamere dello Stadium e anche per questo motivo Massimiliano Allegri ha deciso di auto-multarsi e di devolvere in beneficenza la somma da lui stabilita. Un gesto che ha segnato non solo la grandezza della società che è la Juventus ma anche forse dell'uomo che è il tecnico bianconero, perché a dare l'esempio deve essere anche lui. Resta il fatto che probabilmente le strade dei due si divideranno a fine stagione, non è infatti il primo caso di tensione tra l'allenatore toscano e i giocatori biaconeri, segno forse che la storia tra Allegri e la Signora sia praticamente agli sgoccioli. 

Allegri, però, ha spiegato che non poteva fare finire tutto in cavalleria. "Una scelta - ha detto - presa in segno di rispetto verso la squadra, la società, i tifosi. Leo, che è un ragazzo intelligente, oltre che un giocatore importante, ha capito". Allegri ha deciso la punizione sabato scorso, ne ha parlato con la società: "Non è successo niente di grave - ha precisato l'allenatore - e la questione era finita venerdì sera, non si è ingigantita nei giorni successivi. Il caso è chiuso. C'è sempre uno che paga, è una legge della vita, diciamo che Bonucci è stato sfortunato", ha aggiunto il tecnico, che non aveva punito Lichtsteiner e Dybala per i loro gesti di insofferenza. "Per Leonardo sarà un esempio importante per il futuro", ma lo stesso Allegri non si è autoassolto per l'insulto che gli è scappato, nello stesso battibecco, in diretta tv. "Ho concordato con la società che farò una donazione a un ente benefico, per aiutare chi ha bisogno. La reazione che ho avuto non è consona al mio modo di essere, è stata vista da milioni di persone, fra cui tanti bambini". 

Resta il fatto che c'è una stagione da onorare, una Champions e un campionato da portare a termine, e visto il ritmo forsennato delle inseguitrici non ci si può permettere di farsi distrarre da queste piccolo crepe che cominciano a formarsi nello spogliatoio. La Juve comunque è più forte di tutto questo e con molta probabilità non risentirà minimamente del "caso". Questa sera comunque c'è una partita importante valida per il primo turno degli ottavi di finale di Champions League e Leonardo Bonucci sarà soltanto spettatore, decisione che potrebbe eventualmente protrarsi anche contro l'Empoli.
caricamento in corso...
caricamento in corso...