Djokovic choc: dice addio al 2017. Come fu per Feder problemi di fisico

26 luglio 2017 ore 16:26, intelligo
"Il mio 2017 finisce qui". Con una diretta su Facebook, Novak Djokovic ha annunciato che si fermerà per tutto il resto dell’anno. La notizia era un po’ nell’aria gai da qualche tempo visti i suoi problemi al gomito che richiedono almeno due mesi senza racchetta, come aveva già dichiarato Zdeslav Milinkovic, il medico della squadra di Coppa Davis.

Djokovic choc: dice addio al 2017. Come fu per Feder problemi di fisico
PROBLEMI AL GOMITO
“Ho preso la decisione di non disputare più alcun torneo nel 2017. Da due mesi non riesco neanche a prendere in mano la racchetta, approfitterò della pausa per dedicarmi alla famiglia” dice l'ex numero uno che adesso concluderà la sua stagione con il ritiro sull'erba di Wimbledon contro Thomas Berdych.
Non partecipando agli US Open, il campione del tennis interromperà una striscia di 51 Slam consecutivi. Proprio per quanto riguarda i Major il 2017 sarà la peggiore stagione di Djokovic dal 2006, l’ultima volta in cui non aveva raggiunto neanche una semifinale. Con sole 37 partite disputate in stagione – ne aveva giocate meno, 35, solo nel 2005 – il serbo uscirà quasi certamente dalla top 10 a fine stagione. Non accadeva dal marzo 2007.

"Tutti i medici che ho consultato e tutti gli specialisti che ho visitato, in Serbia e in tutto il mondo, sono d'accordo per il riposo. Una pausa prolungata è necessaria. Farò tutto quello che serve per recuperare. In questo periodo rafforzerò il mio corpo e migliorerò ciò che non sono stato in grado di migliorare negli ultimi anni a causa del mio programma impegnativo. Cinque mesi potrebbero sembrare lunghi da questo punto di vista ma sono sicuro che passeranno rapidamente. Ho tanta voglia di ritornare. Mia moglie Jelena e io aspettiamo il nostro secondo figlio e ci stiamo preparando ad accogliere un nuovo membro della famiglia. Sono cose che mi riempiono di più felicità e gioia ", ha detto il serbo.

GRAZIE AGASSI
Arriva anche la conferma sulla collaborazione con Agassi. “Sarà con me anche l’anno prossimo. Voglio anche ringraziarlo per essere stato con me quest’anno, per aver condiviso con me la sua esperienza. Non vedo l’ora di tornare ad allenarmi con lui e di vederlo nel mio box nei grandi tornei”.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...