Il dramma dell'atleta paralizzata Sicari: "Sto male. Voglio incontrare Lorenzin e Zingaretti"

27 dicembre 2016 ore 14:06, intelligo
di Stefano Ursi

Sta facendo molto parlare la storia di Vincenza Sicari, ex maratoneta azzurra a Pechino 2008, da tre anni alle prese con una misteriosa malattia su cui nessuno riesce a fare una diagnosi. Tutto è iniziato, come detto, tre anni fa quando, come ha spiegato al Corriere della Sera, ha iniziato a stare male con febbre, formicolii e crampi. IntelligoNews l'ha sentita, chiedendole aggiornamenti sulle sue condizioni del momento e offrendosi come megafono per un appello a chi, in qualsiasi ambito, possa aiutarla.

Innanzitutto come stai?

''Male. Non so nemmeno io come faccio ad essere viva, sinceramente''.

Della tua storia si sta parlando molto in questi giorni: vogliamo fare un appello a chiunque possa aiutarti?

Il dramma dell'atleta paralizzata Sicari: 'Sto male. Voglio incontrare Lorenzin e Zingaretti'
''Tutti sanno come sto, da Zingaretti alla Lorenzin. Ho chiesto di poterli incontrare perché è giusto che vedano le mie condizioni cliniche e sappiano i motivi della mia decisione di chiedere il trasferimento dal Sant'Andrea a Tor Vergata. È giusto che verifichino con i propri occhi. In questi giorni anche un deputato del M5S si sta interessando alla mia vicenda''.

Hai avuto modo di rivolgerti ad esperti e strutture straniere per cercare di capire cosa ti sta accadendo?

''Si, certamente. Ho chiesto una consulenza in Francia e mi hanno detto che devo rifare tutti gli esami da capo, perché qualcosa mi sta succedendo: ma io duecentomila euro non ce li ho. E negli Stati Uniti mi hanno detto più o meno la stessa cosa. Ripeto, voglio incontrare la Lorenzin e Zingaretti. A 37 anni vorrei stare fuori con i miei amici, e non a piangere giorno e notte, per una malattia che mi ammazza giorno dopo giorno. Non è più accettabile''.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...