Zamparini, addio al Palermo 15 anni dopo: chi sono i successori

27 febbraio 2017 ore 21:47, Micaela Del Monte
Per anni è stato il presidente di calcio più discusso d'Italia. Fanno storia i suoi esoneri, anche diversi in un anno, che hanno cambiato faccia alla sua squadra più e più volte non senza discussioni. 28 tecnici e 36 cambi in 15 anni. Sono questi i numeri di Maurizio Zamparini, il patron del Palermo che ora ha deciso di andare in pensione e di lasciare la squadre in mani anglo-americane. "Mi dimetto, non sarò più il presidente del Palermo. Mollo tutto. E non resto da presidente onorario" ha ribadito l'imprenditore 75enne.

Zamparini, addio al Palermo 15 anni dopo: chi sono i successori
"Entro quindici giorni verrà nominato il nuovo presidente, membro e rappresentante di un fondo anglo-americano, che si è contrattualmente impegnato ad investire nei progetti del gruppo Zamparini con priorità negli investimenti del Palermo calcio e negli impianti sportivi da realizzare, stadio e centro sportivo",
si legge in una nota. "Obiettivo degli investitori - conclude - sarà riportare il club nella posizione che la città merita, quella europea, con un programma di 3-5 anni".
 
15 anni dopo dunque il club siciliano cambia anche presidente. La storia tra Zamparini e il Palermo è cominciata il 21 luglio del 2002 quando il club fu rilevato da Franco Sensi e in una maniera sicuramente singolare, con il trasferimento di giocatori e allenatore (Ezio Glerean) dal ritiro del Venezia a quello rosanero. Ora i tifosi del Palermo sognano un nuovo futuro nella speranza che il colpo di scena dia anche una scossa alla squadra e che quindi si salvi dalla retrocessione.
caricamento in corso...
caricamento in corso...