Ora cosa succede alla Juve e ad Allegri

05 giugno 2017 ore 13:31, Micaela Del Monte
La sconfitta nella finale di Champions a Cardiff contro il Real Madrid potrebbe cambiare il futuro della Juventus e di Allegri. Il tecnico toscano infatti avrebbe stabilito le condizioni per il rinnovo di contratto, in scadenza proprio il prossimo giugno. 

Ora cosa succede alla Juve e ad Allegri
CASO ALLEGRI -
Nell'ultimo periodo Massimiliano Allegri è infatti uno dei tecnici più corteggiati d'Europa, tanto che il Psg gli avrebbe offerto un contratto da 10 milioni a stagione. Per questo motivo il tecnico ex Cagliari e Milan avrebbe inviato alla dirigenza bianconera una bozza di contratto sulla base degli 8,5 milioni di euro a stagione (ora ne guadagna 5.5) e la richiesta di almeno due super acquisti per tentare il prossimo anno di riconquistare la coppa sfuggita di mani agli juventini ben due volte negli ultimi tre anni. L'eventuale partenza di Allegri scatenerebbe un domino che coinvolgerebbe molte panchine, Paulo Sousa potrebbe diventare il candidato numero 1 alla successione di Allegri. Emery, attualmente sulla panchina del Psg, potrebbe ritornare di prepotenza in ottica Roma che non è ancora riuscita a trovare l’accordo con il Sassuolo per Di Francesco.

I NOMI NELLA LISTA - La Juventus, dopo aver sistemato la situazione allenatore, dovrà pensare anche al mercato e tentare di riprogettare la prossima stagione per cercare di rinforzare una squadra che fino a poche ore fa sembrava una schiaccia sassi. Il match contro il Real Madrid ha dimostrato che la differenza tra la prima della classe italiana e il resto d'Europa è praticamente un abisso e i bianconeri dovranno tentare di colmare questo gap che sembra più mentale che tecnico.  Ecco perché Marotta e Paratici hanno dato il via al pressing su Andres Iniesta. Se il centrocampista decidesse di lasciare il Barcellona, i bianconeri sarebbero pronti a offrirgli un contratto da 4,5 milioni di euro a stagione. E chi più di Iniesta ha l'abitudine di vincere in Europa? Altri due nomi chiesti da Allegri come condizione per il rinnovo sarebbero quelli di Marquinhos in difesa e Matic a centrocampo, puntando anche alla possibilità di arrivare a Di Maria come ala sinistra. 

Ma il mercato bianconero sarà sicuramente quello più scoppiettante visto che di fatto è la squadra con il fatturato migliore della serie A. I nomi che piacciono al club bianconero sono anche quelli di Keita, Schick, Bernardeschi e Douglas Costa. I primi due sono praticamente stati bloccati dai bianconeri. Infatti, per Schick Marotta sembra intenzionato a pagare la clausola rescissoria. Mentre per il senegalese la Juventus, se non troverà un accordo con la Lazio questa estate, potrebbe aspettare di prenderlo a parametro zero nel 2018. Per la porta, invece, i bianconeri pensano a Szczesny. Il polacco infatti dovrà rientrare all'Arsenal dal prestito alla Roma e potrebbe essere il perfetto secondo di Buffon per la prossima stagione. Tutto sta nel capire se Wenger abbia intenzione di lasciarlo partire e se Szczesny abbia voglia di stare almeno un anno in panchina. 

In difesa tutto dovrebbe dipendere dall'eventuale partenza di Leonardo Bonucci. La Juventus può contare su Rugani, il solido Benatia che è stato riscattato e Caldara è stato preso per il 2018. Ma basteranno? A sinistra tutto ok se resta Sandro con l’alternativa Asamoah, a destra arriverà qualcuno al netto delle attenzioni con cui è seguito Pol Lirola, già di proprietà bianconera. De Sciglio, in rotta col Milan, è più di un’idea. E Dani Alves potrebbe restare un altro anno alla ricerca dell'ultima Champions prima di andare a svernare in qualche Paese esotico con un super-contratto.
caricamento in corso...
caricamento in corso...