Higuain gol con dedica a De Laurentiis, la vendetta del "traditore ingrato"

06 aprile 2017 ore 13:52, Andrea Barcariol
La vendetta si consuma a freddo. Deve pensarla così Gonzalo Higuain, subissato dai fischi e dagli insulti dei tifosi napoletani per il suo ritorno da ex. Domenica sera praticamente non aveva toccato palla, zero tiri da dentro l'area di rigore, ieri invece il riscatto nella semifinale di Coppa Italia, con una doppietta con dedica speciale a De Laurentiis. Due gol che proiettano la Juve alla terza finale consecutiva di Coppa Italia, ancora contro la Lazio, con la prospettiva di un triplete a livello nazionale mai riuscito a nessuno. La sfida tra Higuain, pubblico e presidente era iniziata già nel prepartita, quando l'argentino è uscito per ultimo dal terreno di gioco e ha messo le mani alle orecchie come per dire «non vi sento» e poi ha puntato per due volte l'indice verso la tribuna centrale e il settore dove siede il patron azzurro. A Higuain non sono andate giù le parole di De Laurentiis dello scorso 27 luglio: "C’è chi dice che parlare di tradimento sia esagerato, e invece io penso il contrario, perché in questa scelta c’è il senso pieno del tradimento, che comprende anche l’ingratitudine. Ora vorrei poterla chiudere senza spargimento di polemiche. Resta la mia considerazione nei confronti della Juventus, ma avevo immaginato un altro tipo di comportamento. Vero, c’era una clausola, non è stata commessa alcuna scorrettezza formale, ammesso che non si vogliano considerare tali le visite mediche notturne, però in questo calcio senza scrupoli, non si ha rispetto neppure dei sentimenti".
Prima della sfida l'argentino nell'intervista al sito Uefa aveva parlato della cessione estiva spiegandola così: "volevo vincere la Champions".

Higuain gol con dedica a De Laurentiis, la vendetta del 'traditore ingrato'
Dalla sua cessione il Napoli ha ricavato 90 milioni, in gran parte investiti sul mercato. Ieri Higuain ha terminato la sua vendetta, dopo i due gol in campionato (a Torino), altri due al San Paolo. Tutti si ricorderanno soprattutto il primo con il dito a indicare la tribuna come a dire "è colpa tua", anche se la frase non è stata confermata.
A rincarare la dose il fratello di Il fratello di Higuain, fratello e manager dell'attaccante argentino, che su Twitter ha scritto: "Come mi piace vedere la faccia di Aurelio (De Laurentiis n.d.r.) ogni volta che segna mio fratello. Alla prossima pres. Hahaha!!!".

#higuain #delaurentiis #napoli
caricamento in corso...
caricamento in corso...