Spot choc francese, Meluzzi: "Che ipocriti, abbiamo esportato noi l'immagine della mafia"

20 ottobre 2017 ore 15:29, Andrea Barcariol
Un video offensivo contro l'Italia che ritrae un uomo "incaprettato" nel bagagliaio di un Suv con la frase "i siciliani usano fare così". A realizzarlo un magazine di auto e moto francese che ha utilizzato i soliti cliché sulla Sicilia e sulla mafia per recensire un'auto. Su questa vicenda IntelligoNews ha intervistato lo psichiatra Alessandro Meluzzi.

Spot choc francese, Meluzzi: 'Che ipocriti, abbiamo esportato noi l'immagine della mafia'
Sta facendo discutere uno spot di una rivista francese che attacca pesantemente la Sicilia con il solito luogo comune della mafia. Perché all'estero siamo ancora identificati così?

"Sulla tv di Stato da decenni mandiamo in onda serie come La Piovra, abbiamo riempito il mondo con i libri di Saviano. Inoltre ci sono stati romanzi, commedie, non possiamo stupirci se gli stranieri ci considerino in questo modo. Siamo un Paese un po' per vittimismo e ideologia post marxisma, un po' per esibizione di legalità fatta di vizi privati e pubbliche virtù che ha presentato se stesso come il Paese della mafia militante. Semplicemente raccogliamo quello che abbiamo seminato".

Però è innegabile che esista un fenomeno come la mafia.


"La mafia è diventata un'altra cosa: una grande organizzazione finanziaria internazionale. Non sta a Corleone ma a Zurigo, alle isole Cayman, nella City di Londra dove ci sono i proventi dei profitti. In Italia ha delegato alla mafia nigeriano, molto più crudele, il mercato della prostituzione e della droga. La mafia si è ripulita e ha lasciato ormai il controllo della criminalità prevalentemente ad altre mafie. Noi per non occuparci della mafia del presente abbiamo continuato a fare l'elegia della mafia del passato e oggi siamo diventati questa caricatura".

Lei contesta anche il contenuto di quelle serie tv che vanno tanto di moda tra i giovani?


"E' ovvio, noi per ragioni ideologiche le abbiamo create. L'esempio evidente è Saviano che ha costruito su questo tutte le sue fortune e ha contribuito a diffondere questa immagine".

Come si individua il confine tra satira e cattivo gusto?


"E' soggettivo, ciò che può essere di pessimo gusto per me può apparire del tutto normale per lei. E' una cosa che dipende dal sapore della civiltà. Diciamo che in Europa quando si tratta di sparare sull'Italia non si fanno mai pregare".

Poi ai francesi è noto che non siamo mai stati molto simpatici.


"Loro hanno nei nostri confronti un rapporto di ingiustificata superiorità".



caricamento in corso...
caricamento in corso...