Stalking a Gessica Notaro e pitbull mutilato: altri otto anni per Tavares

26 ottobre 2017 ore 15:47, Americo Mascarucci
Eddy Tavares, l'ex fidanzato di Gessica Notaro già condannato a dieci anni la settimana scorsa con l'accusa di aver sfregiato con l'acido l'ex miss Romagna, si è visto infliggere una nuova condanna ad otto anni per stalking e maltrattamenti sugli animali. Infatti l'uomo, oltre che di aver sfregiato l'ex fidanzata è anche accusato di minacce nei confronti dei suoi amici e colleghi di lavoro e di aver assunto atteggiamenti persecutori reiterati nei confronti della stessa Gessica: contemporaneamente su di lui pesa anche l'accusa di aver mutilato il proprio pitbull per renderlo esteticamente più presentabile con il taglio delle orecchie. Sei anni e 6 mesi per lo stalking e le minacce, un anno e mezzo per i maltrattamenti su animali.
La sentenza del giudice monocratico del tribunale di Rimini, Manuel Bianchi, ha escluso dal risarcimento danni le parti civili (il Comune di Rimini e la Regione Emilia Romagna), mentre ha assegnato una provvisionale di 10 mila euro a Gessica Notaro.
Stalking a Gessica Notaro e pitbull mutilato: altri otto anni per Tavares

Dunque otto anni che vanno ad aggiungersi ai dieci già ottenuti per lesioni. Si tratta di sentenze di primo grado, quindi non definitive.  Il giudice chiamato a pronunciarsi sullo sfregio aveva riconosciuto le aggravanti della premeditazione, dei futili motivi e della crudeltà. Gessica ha accusato l'ex fidanzato sin dal primo momento nonostante i suoi tentativi di depistare le indagini fino a tentare di far credere di trovarsi con una donna al momento dell'aggressione. Alibi che però non avrebbe retto alle verifiche e ai riscontri.
Tavares non aveva mai accettato la rottura del loro rapporto. Per mesi, prima di arrivare all'aggressione con l'acido sotto casa, avrebbe perseguitato con diversi messaggi la giovane, aggredendo e minacciando anche i colleghi di lavoro al Delfinario di Rimini colpevoli di essere intervenuti per difenderla. 

#gessicanotaro #sentenza #stalking
caricamento in corso...
caricamento in corso...