Influenza arriva il picco: a letto 2 milioni in più rispetto allo scorso anno

10 gennaio 2017 ore 9:24, Andrea Barcariol
Non accenna a placarsi l'ondata di influenza che ha già rovinato le vacanze natalizie a 2 milioni di italiani. A quanto sembra il peggio deve ancora arrivare, il picco infatti è previsto per fine gennaio e per le prime due settimane di febbraio. Secondo le previsioni dei medici, l'influenza colpirà complessivamente oltre 7 milioni di persone, due di più rispetto allo scorso anno anche a causa delle basse temperature che stanno aiutando il virus a diffondersi.
I sintomi sono: dolori alle ossa e muscolari, associati spesso a virus intestinali, con nausea, vomito, diarrea e mal di pancia. Frequenti anche i casi di bronchiti dovute ai colpi di freddo causati dal brusco calo delle temperature e al vento freddo di questo inizio 2017. Con la riapertura delle scuole si teme che il numero dei casi possa aumentare ancora. I virus responsabili di questa malattia sono due: A Hong Kong (H3N2) e B Brisbane, entrambe molto pericolose in quanto consentono una maggiore circolazione del virus. Tra le regioni più colpite ci sono Piemonte, Val D’Aosta, Marche, Toscana, Emilia-Romagna e Trentino.

Influenza arriva il picco: a letto 2 milioni in più rispetto allo scorso anno
Il consiglio migliore in termini di prevenzione rimane il vaccino, ma esistono altre strategie "minori" per evitare il contagio: lavarsi le mani spesso, evitare luoghi affollati, specie se umidi, e vestirsi a strati, per limitare gli sbalzi termici e in modo adeguato per combattere il freddo. Da non sottovalutare anche l’umidificazione degli ambienti in cui si vive, migliorandola diffondendo nell’aria essenze dal potere antisettico, come quelle di timo, verbena ed eucalipto. Dall’inizio della sorveglianza sono 31 i casi gravi di influenza confermata, 4 dei quali deceduti. L’età mediana dei casi segnalati è di 67 anni (range 3-88) e il 61% ha più di 65 anni.

caricamento in corso...
caricamento in corso...