Meningite a Bolzano, "fatti tutti i passi necessari" per il bambino di 3 anni

16 gennaio 2017 ore 8:52, Andrea De Angelis
Torna l'allarme meningite, questa volta nel Nord Italia. L'Azienda sanitaria dell' Alto Adige ha comunicato che il bambino di 3 anni, ricoverato tre giorni fa con il sospetto di meningite all'ospedale di Bolzano, è stato trasferito all'ospedale di Vicenza. Il bimbo è stato ricoverato nel pomeriggio. Sulla base dei sintomi presentati è stato sottoposto a tutti i necessari accertamenti. Per l'aggravarsi della sintomatologia generale e per la comparsa di alcune complicanze i medici hanno predisposto il suo trasferimento a Vicenza.
I primi esami di laboratorio confermano che si tratta di infezione da meningococco. Da contatti recenti con i curanti all'Ansa risulta che il bambino non è in pericolo di vita e che ha mostrato segni di miglioramento. L'Azienda sanitaria ha attivato tutte le misure preventive per i familiari e per i contatti, previste per questo tipo di infezione e di dimostrata efficacia nel prevenirne la diffusione.

Meningite a Bolzano, 'fatti tutti i passi necessari' per il bambino di 3 anni
Come riporta puntualmente Meteo Web, sul fronte della profilassi a cui sottoporre i familiari e gli altri bambini dell’asilo che sono venuti in contatto col piccolo il primario del Servizio Igiene Josef Simeoni fa sapere che sono stati fatti tutti i passi necessari. Una ventina di bambini che sono venuti a stretto contatto e per più tempo col bimbo malato stanno prendendo antibiotici e lo stesso vale per i familiari stretti del bambino. Il medico spiega che per i bambini delle altre classi non è necessaria alcuna profilassi.
Intanto non cessano le voci false per quanto riguarda la diffusione della meningite. Tra psicosi, bufale e razzismo chi prova a mettere ordine ancora una volta è il virologo Burioni, che sui social si sfoga contro chi mette in giro notizie false e talvolta cariche di odio razziale. Veri e propri stereotipi che di certo non aiutano ad affrontare in modo "scientifico" ed adeguato il problema e di cui abbiamo già parlato su queste pagine.
caricamento in corso...
caricamento in corso...