Boldrini Vs FB per denunce hate speech: Sollecito fa un post

19 gennaio 2017 ore 21:31, Americo Mascarucci
La presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini attacca Facebook dopo la denuncia di Arianna Drago relativa al fenomeno degli "stupri virtuali".
Boldrini critica il popolare social network, non solo per non aver preso i dovuti provvedimenti contro quanti si sono resi responsabili di questi atti, ma per aver sanzionato chi, come appunto Arianna Drago hanno denunciato l'esistenza di questi gruppi, evidenziando la situazione.
La denuncia della Drago è rivolta soprattutto contro alcuni gruppi chiusi presenti su Facebook all'interno dei quali circolerebbero foto rubate da profili di donne e adolescenti accompagnate da commenti sessisti e spesso virtualmente inneggianti lo stupro.
Boldrini Vs FB per denunce hate speech: Sollecito fa un post

"Arianna mi ha evidenziato una cosa gravissima - denuncia Boldrini - ossia che una parte del suo post di denuncia è stato OSCURATO da Facebook perché non rispettava gli standard della comunità. Su quali standard si regge questa comunità? - chiede Boldrini - E quali di essi Arianna avrebbe violato portando all’attenzione una pratica squallida e fortemente lesiva della dignità e dei diritti delle donne?".
Boldrini gira direttamente lsa domanda a Facebook aggiungendo inoltre
"Invece di intervenire immediatamente per chiudere questi gruppi, molti dei quali agiscono ancora sul social network, Facebook ha bloccato lei che li denuncia. È inaccettabile che una piattaforma globale con 28 milioni di utenti solo in Italia, che dice a parole di voler combattere l’hate speech, usi poi la censura contro chi denuncia l'odio attraverso la pubblicazione di oscenità e violenza mentre non interviene nei confronti di chi lo mette in atto e se ne fa vanto".
La denuncia della presidente Boldrini sta riscuotendo consensi nel mondo femminile, come dimostra anche l'intervista rilasciata ad Intelligonews dalla crimonologa Roberta Bruzzone.
Ora si attende la risposta di Facebook. Arriverà, magari con l'aggiunta di qualche provvedimento?
Boldrini Vs FB per denunce hate speech: Sollecito fa un post

E nella polemica entra di diritto anche Raffaele Sollecito accusato da Selvaggia Lucarelli di essere "leader di gruppi segreti su Facebook che hanno fatto dell'odio nei confronti delle donne il loro cavallo di battaglia con tanto di battute sul caso Meredith". 
Sollecito si è però difeso replicando: "Tutto falso, ho fatto solo battute su quanto successo a me stesso in quella vicenda.  Si tratta di gruppi gogliardici Dei quali fanno parte alcune persone che conosco e altre no. Si fa ironia su cose scherzose o anche serie, che sono amare da sopportare". 
caricamento in corso...
caricamento in corso...