Equinozio di primavera oggi 20 marzo alle 10:29: cosa sapere

20 marzo 2017 ore 9:32, Andrea De Angelis
L'inverno è finito. Anzi, termina esattamente oggi, lunedì 20 marzo alle 10:29. Ci sono i presupposti dunque perché questo sia il miglior lunedì dell'anno, visto che animali, piante, fiori e anche ciascuno di noi attende questo giorno da tempo. Basta termosifoni accesi, borse dell'acqua calda, piedi gelati. La primavera arriva e porta con sé il tempo buono. Primavera significa innanzitutto rinascita, lo vediamo già dalle piante presenti sui davanzali di casa. Certo, ci sono anche dei problemi (vedi allergie), ma di certo non si può negare che questa sia probabilmente la stagione migliore dell'anno. In estate, come puntualmente capita, rimpiangeremo il freddo dell'inverno. Godiamoci allora questi mesi.

Equinozio di primavera oggi 20 marzo alle 10:29: cosa sapere
EQUINOZIO DI PRIMAVERA
Partiamo dalla definizione per comprendere di cosa stiamo parlando e perché dall'altra parte del mondo oggi ad avere inizio è la stagione autunnale. L'equinozio è quel momento della rivoluzione terrestre intorno al Sole in cui quest'ultimo si trova allo zenit dell'equatore. Esso ricorre due volte durante l'anno solare e, in tale momento, il periodo diurno e quello notturno sono uguali. Nell'emisfero boreale l'equinozio di marzo segna la fine dell'inverno e l'inizio della primavera, mentre quello di settembre termina l'estate e introduce l'autunno. Viceversa accade nell'emisfero australe, dove l'autunno entra all'equinozio di marzo e la primavera in quello di settembre. Dimenticate dunque la data del 21 marzo: decide "il cielo". Del resto era già accaduto proprio lo scorso anno...

INCUBO ALLERGIE
Soprattutto tra i bambini, secondo gli esperti della Società italiana di allergologia e immunologia pediatrica (Siaip), entro il 2020, uno su due soffrirà di rinite allergica. Giovanni Cavagni, coordinatore regionale Siaip dell’Emilia Romagna ha dichiarato la scorsa settimana: "Si stima che in Italia gli allergici siano circa il 30% della popolazione, dai lattanti ai ragazzi. Negli ultimi anni stiamo assistendo a una tendenza di continuo incremento delle allergie. In particolare, nei centri urbani alcune forme di allergia, come l’asma, la rinite e la dermatite atopica, sono raddoppiate o addirittura triplicate".

SOGNO GIORNATE FAI
Aperture straordinarie in oltre mille siti, sparsi in 400 località d'Italia. Le Giornate Fai di primavera compiono 25 anni e festeggiano nel modo classico: dando la possibilità ai cittadini, il 25 e il 26 marzo, di visitare luoghi ricchi di storia e cultura, tesori di arte e natura. "Mai avrei pensato 25 anni fa, quando immaginai di creare le Giornate di Primavera, di parlarne ora a Palazzo Chigi. Ma la vita è piena di misteri e di miracoli", ha detto il presidente onorario del Fai Giulia Maria Crespi sottolineando che "ci vuole un piano estremamente serio sul turismo, fatto anche a livello internazionale".

#equinozio #primavera #20marzo 
caricamento in corso...
caricamento in corso...