Lotto di salame in confezioni da 500 gr con salmonella spp: ritirato

23 ottobre 2017 ore 23:58, intelligo
Salmonella spp nel salame felino prodotto dal salumificio “La Felinese Salumi spa di Parma”. E' stato ritirato per questo un lotto dai supermercati dove era in vendita, con l'allarme di rischio microbiologico. Si tratta di confezioni richiamate da 500 grammi del lotto SF29E248. I prodotti sono con scadenza al 28-11-2017 e 29-11-2017.

SALMONELLA SPP
I batteri legati alla forma spp sono responsabili della “salmonellosi”, una malattia a trasmissione alimentare. Si tratta precisamente della Salmonella Brandenburg. La rilevazione della salmonella spp. va effettuata in conformità all'emendamento 1 della norma EN/ISO 6579-2002/Amd1:2007. I batteri sono responsabili della “salmonellosi” e il loro habitat è il tratto intestinale dell’uomo o degli animali.
In passato abbiamo avuto altre contaminazioni come carne di pollo, salsicche anche piccanti, maialena anche in prodotti caseari o in verdura crude.
Lotto di salame in confezioni da 500 gr con salmonella spp: ritirato
EFFETTI
Le tossine prodotte  causano i seguenti sintomi: nausea, dolori addominali crampiformi ed emissione di feci liquide, frammiste a muco e talvolta a piccole quantità di sangue. Non è da escludere l'insorgenza di febbre, vomito, mal di testa, artralgie, dolori muscolari e brividi. Nei casi più gravi possono apparire sintomi extraintestinali su soggetti debilitati ed immunocompromessi, con comparsa di artriti, osteomieliti, polmoniti, meningiti, endocarditi ecc.

DURATA
L'intensità dei sintomi è variabile. In genere regrediscono spontaneamente e senza conseguenze nel giro di 4-7 giorni. Per tale ragione la terapia della salmonella prevede il semplice riposo con generosa somministrazione di liquidi e sali minerali contro la diarrea. Solo nei casi più a rischio di complicanze viene intrapresa una specifica terapia antibiotica.

#salmonella #salame #lotto

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...