Sigarette 'light' più dannose delle normali e a rischio adenocarcinoma

26 maggio 2017 ore 16:39, Luca Lippi
Se qualcuno ancora pensa che le sigarette light siano meno dannose delle altre sbaglia. A dimostrarlo è uno studio finanziato dal National Cancer Institute e dal Food and Drug Administration Center for Tobacco Products e apparso sulla rivista Journal of the National Cancer Institute. I fori di ventilazione inducono una più intensa inspirazione e falsa percezione di basso rischio.
Lo studio: la modifica dei filtri di sigarette ha causato un aumento degli adenocarcinomi polmonari, di fatto agevolando la ventilazione del filtro di sigarette si abbassa la percezione di calore e di combustione del catrame alterando il meccanismo sensoriale  del fumatore. La Food and Drug Administration (FDA) ha ora l'autorità di regolamentare la progettazione delle sigarette, lo scopo è quello di limitare i danni alla salute pubblica. La ventilazione del filtro è stata adottata a metà degli anni Sessanta e fu inizialmente giustificata per produrre una sigaretta più sicura. Da allora, i tassi di adenocarcinoma polmonare sono aumentati rispetto ad altri sottotipi del cancro polmonare. Ventilazione del filtro:
-altera la combustione del tabacco, aumentando le tossiche di fumo; 
-consente una migliore ‘fumabilità’ in modo che i fumatori inalano più fumo per mantenere la loro necessità di assunzione di nicotina; 
-provoca una falsa percezione di minori rischi sanitari da fumo "più leggero". 
L'analisi suggerisce fortemente che la ventilazione del filtro ha contribuito all'aumento dei adenocarcinomi polmonari tra i fumatori. Pertanto, la FDA dovrebbe prendere in considerazione la regolamentazione del suo uso, fino ad includere un divieto. In proposito, proponiamo un programma di ricerca per sostenere tale sforzo. 
Sigarette 'light' più dannose delle normali e a rischio adenocarcinoma
Lo studio, svolto in collaborazione con altri cinque centri del paese, ha confermato quanto gli scienziati già sospettavano da tempo e cioè l’associazione tra il fumo delle sigarette light e l’incidenza dell’adenocarcinoma, tumore che si sviluppa nelle profondità dei polmoni. 
Infatti, in questo tipo di sigarette, i fori che circondano il filtro fanno pensare ai fumatori che il fumo inalato sia meno dannoso. Al contrario, i fori consentono una combustione più lenta e ad una temperatura inferiore, il fumo poi si disperde in aria e tutto ciò fa sì che i fumatori tendono ad inalare più intensamente, tanto che i prodotti chimici tossici scendono in profondità nei polmoni.  
"I nostri dati suggeriscono una chiara relazione tra l’aggiunta di fori di ventilazione nelle sigarette e i tassi crescenti di adenocarcinoma del polmone visti nel corso degli ultimi 20 anni", ha sottolineato Peter Shields, autore dello studio. "Quello che è particolarmente preoccupante è che questi fori vengono ancora aggiunti a quasi tutte le sigarette che si fumano oggi". Secondo lo scienziato, è sempre più evidente che queste sigarette “ventilate” sono più pericolose e andrebbero vietate.  
La spia di quello che sembra un paradosso è l’impennata dei casi di un particolare tipo di tumore, l’adenocarcinoma, in corrispondenza peraltro di un generale calo delle neoplasie delle vie respiratorie legate al fumo. A partire da questa evidenza clinica, i ricercatori della Ohio State University sono riusciti a trovare un nesso con il largo consumo di sigarette “light”.
I fori nei filtri cambiano il modo in cui il tabacco viene bruciato, la maggiore ossigenazione avvia un processo che produce un maggior numero di sostanze chimiche responsabili del cancro. Queste penetrando profondamente nei polmoni aumentano esponenzialmente il rischio di adenocarcinoma che si sviluppa nella parte bassa del polmone del fumatore.
Negli Stati Uniti e nel Regno Unito è già vietato vendere sigarette dalla dicitura “light” o “low-tar”. Hazel Cheeseman, un’attivista di “Action on Smoking and Health” ha parlato di vero e proprio “trucco crudele” operato dalle imprese del tabacco sui fumatori per decenni: “Questo tipo di truffa è il motivo per cui ora tutti i pacchetti venduti nel Regno Unito sono dello stesso colore. Non fregheranno le generazioni future”.

#SigaretteLight #Vietatofumare #fumoleggero #adenocarcinoma

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...