Meningite, ad Asti muore studente di 14 anni: paura a scuola, l'Asl rassicura

26 ottobre 2017 ore 10:53, intelligo
E' morto ieri il ragazzo di 14 anni di Cortazzone che era ricoverato all'ospedale di Alessandria con diagnosi di meningite. Gli esami a cui era stato sottoposto avevano evidenziato che era una forma non contagiosa. A scopo precauzionale l’Asl ha avviato la profilassi del caso nei confronti dei compagni di classe e degli insegnanti.  

Meningite, ad Asti muore studente di 14 anni: paura a scuola, l'Asl rassicura
Lo studente era finito al Pronto soccorso dell'ospedale di Asti nella notte fra venerdì e sabato e fin da subito i medici hanno sospettato si trattasse di un caso di meningite; sospetti poi confermati. «I dati clinici ci consentono di rassicurare sull’assenza di rischi per la scuola diversi da quelli che sono già stati presi in considerazione - spiega l’Asl -. Le forme contagiose necessitano di contatti molto ravvicinati o l’essere stati vicini oltre otto ore. Il periodo di incubazione è di 3-4 giorni. Non serve disinfezione ambientale».

L'INTERVENTO DALL'ASL

Smentita invece dall'Asl la voce di un secondo ragazzo colpito dalla stessa malattia, a Castelnuovo Don Bosco.
All'Andriano, intanto, la paura del contagio è forte e questa mattina, due terzi dei compagni di classe del ragazzo non si sono presentati a scuola e anche in altre classi si sono registrate numerose assenze. L'Asl però rassicura «le forme contagiose necessitano di contatti molto ravvicinati, come baci, condivisione dello spazzolino da denti, delle posate o l'essere stati vicini per un tempo prolungato oltre le 8 ore». Il periodo di incubazione della meningite è in media 3 o 4 giorni, «quindi a una settimana dall'ultimo contatto - prosegue l'Asl - il rischio di contagio sarebbe comunque molto basso».

MENINGITE: LA FASCIA A RISCHIO
La fascia di età più colpita è quella infantile (meno di 5 anni), e a seguire i giovani fino ai 25. Il meningococco è un ospite naturale presente in modo asintomatico nelle vie respiratorie (naso e gola) di una quota della popolazione che varia dal 2 al 30%. La trasmissione avviene attraverso le goccioline di muco (tosse, starnuti) a distanza ravvicinata, infatti il batterio muore dopo pochi minuti quando si trova nell’ambiente esterno.

#meningite #asl #salute



autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...