Nebbia fitta a Firenze, l'aeroporto va in tilt. Aduc: "Roba da Lilliput"

27 dicembre 2016 ore 23:05, Orietta Giorgio
L'aeroporto fiorentino Amerigo Vespucci va in tilt a causa della nebbia. Continuano i disagi: i voli, in partenza e in arrivo, sono stati dirottati o cancellati. 

Nebbia fitta a Firenze, l'aeroporto va in tilt. Aduc: 'Roba da Lilliput'

Anche a Pisa, sempre a causa della nebbia, si sono presentati gli stessi problemi: verso le 10.00 di questa mattina sono stati dirottati, su altri scali, un paio di voli.

Al calare del sole, la situazione della nebbia è peggiorata anche in città, lo scalo fiorentino ha visto quasi tutti i voli in arrivo e in partenza dirottati su altri scali (Pisa e Bologna).

Il problema è che l’Amerigo Vespucci di Firenze è “roba da Lilliput” e i passeggeri subiscono.

Vincenzo Donvito presidente Aduc ha spiegato: “Se c’è una cosa che fa imbestialire i passeggeri aerei, sono gli annullamenti o i cambi aeroporto dovuti a cattive condizioni meteorologiche… non tifoni, tsunami, e cose del genere, ma, parlando dell’aeroporto di Firenze, nebbia. Ma mica chissà quale nebbia, robuccia da fossa fiorentina: due banchi che dopo un po' vanno via. Fanno imbestialire soprattutto perché buona parte dei voli internazionali che partono nella prima mattinata, come stamane, sono per coincidenze internazionali in alcune città europee. E quindi: disagi, code, cambio dei piani di volo, telefonate per avvisare questo e quell’altro albergo od autonoleggio, etc.. Tutto questo perché? L’Amerigo Vespucci di Firenze, nonostante l’altisonante nome, è roba da Lilliput, sempre a rischio partenza, per cui, votando per la innegabile comodità di un aeroporto a 20 minuti dal centro città, lo si può fare sperando come in un terno al Lotto”.

caricamento in corso...
caricamento in corso...