Adescati 100 minori via chat, proponeva pure menage a trois. Arrestato

27 giugno 2017 ore 14:08, intelligo
L'operazione della PolPosta di Torino ha consegnato alla giustizia un direttore sportivo di una squadra di calcio giovanile. La gravissima accusa all'uomo di 24 anni è di aver adescato online almeno 100 minori in più di 3 anni tutti identificati e sentiti in audizione protetta. Tra l'adescatore e i giovani non sarebbe intervenuto alcun rapporto fisico stando ai primi accertamenti. 
Il direttore sportivo è residente nel Cuneese e agiva utilizzando profili fake femminili. In questa maniera riusciva ad entrare in contatto con le chat dei ragazzi, dai quali sarebbe poi riuscito a farsi inviare selfie erotici.
Le vittime erano per lo più ragazzi legati calcio giovanile, piccoli calciatori sparsi in diverse squadre.
L’inchiesta che ha portato all’arresto del ventenne è scattata due anni fa e potrebbe avere nuovi e ulteriori sviluppi. 
Adescati 100 minori via chat, proponeva pure menage a trois. Arrestato
L'indagine della polizia postale è avvenuta grazie alla denuncia di un calciatore allora 14enne agli investigatori: era stato stato adescato da una "coetanea" che col ricatto lo aveva poi costretto a inviare altro materiale con la minaccia della diffusione delle foto appena inviate. 

Grazie a questo ragazzi, le forze dell'ordine hanno potuto procedere alle verifiche fino alla scoperta da parte del soggetto di diverse identità fake per procedere con le proprie perversioni sessuali. In alcune circostanze ha proposto anche un menage a trois, salvo poi proporre di incontrarsi sono col "fidanzato", cioè lui. 

#cuneo #adescava #minori 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...