Cracco fa la festa di Capodanno: cenone a 1500 € e possibile menù

29 dicembre 2016 ore 21:33, Luca Lippi
Il capodanno stellato è quello di Venezia, dove Carlo Cracco “si esibisce” nel cenone di capodanno allestito nella storica Torre Porta Nuova dell’Arsenale di Venezia.  60 posti disponibili per 'Tentazioni', il dinner show organizzato per il 31 dicembre alla modica cifra di 1.500 euro a persona. Forse è più corretto dire che è il capodanno di Cracco.
Il costo è esclusivo, come esclusiva è la location raggiungibile  con motoscafo e hostess personale (incluso nel prezzo), e  danze sinuose di ballerine e cantanti della Nuart Events Show Company, da un giro in gondola in Laguna dopo la mezzanotte con champagne e musica a bordo, da un countdown privè verso il 2017 e poi la miglior musica con dj set internazionali per ballare fino all’alba.
Insomma, diciamo che al netto di attrazioni, imbellettamenti, distrazioni e maestranze, il costo non è poi così elevato (considerando solo il pasto). C’è sempre da considerare che a supervisionare il confezionamento e la cottura delle portate c’è Carlo Cracco, che a parte la notorietà televisiva è comunque un Chef Executive.
Ma chi è realmente Carlo Cracco?
In Tv è diventato un volto noto grazie al talent show sulla cucina: Masterchef. Tuttavia la sua carriera è assai più interessante e soprattutto rende merito alla sua popolarità. 
Dopo aver frequentato l'istituto alberghiero "Pellegrino Artusi" di Recoaro Terme e aver lavorato nel ristorante "Da Remo" di Vicenza, la svolta professionale avviene quando nel 1986 collabora con Gualtiero Marchesi, a Milano. In seguito lavora nella Meridiana di Garlenda (Savona) e in Francia. Ha vissuto per tre anni in Francia dove ha studiato la cucina francese presso Alain Ducasse (Hotel Paris) e Lucas Carton (Paris, Senderens).
In seguito Carlo Cracco è tornato in Italia, a Firenze, dove è stato Chef presso l'Enoteca Pinchiorri ottenendo due stelle Michelin. Gualtiero Marchesi lo chiama nuovamente per l'apertura del suo ristorante L'Albereta a Erbusco (BS), dove Cracco ha lavorato come chef per tre anni. Subito dopo ha aperto Le Clivie in Piobesi d'Alba (CN).
Dopo pochi anni, ha accettato l'invito della famiglia Stoppani, proprietaria del Peck, fondato nel 1883, per l'apertura del ristorante Cracco Peck, dove Cracco oggi lavora come Chef Executive. Dal 2007 il ristorante ha solo il suo nome.

Cracco fa la festa di Capodanno: cenone a 1500 € e possibile menù

Indiscrezione sul menù in stile Cracco
Solitamente è un trionfo a tappe, è lo stile Cracco! Potrebbe riproporlo anche il 31. 11 tappe del gusto per raggiungere la mezzanotte in un crescendo di esperienze: dallo scampi tonic che apre le danze fino alla sfera di champagne che prelude al brindisi augurale:
-Scampi Tonic
-Cozze e salsiccia
-Uova di quaglia all’alpestre
-Crema cotta di barbabietola, panna acida e acciughe salate
-Noci di capesante, mortadella e cime di cavolfiore
-Granchio reale, cardi fondenti e bottarga
-Gnocco di patate farcito di fonduta e tartufo bianco
-Nocetta di capriolo, crema di mele cotogne, castagne e salsa di arachidi
-Zuppetta di agrumi
-Crema allo champagne
-Piccola pasticceria
Presunta selezione di cinque calici di vini abbinati
-Moscato giallo – Franz Haas 2011
-Chardonnay delle Langhe – Massolino 2012
-Chablis Premier Cru – Montée de Tonnerre – Billaud Simon 2008
-Barolo Serralunga – Ferdinando Principiano 2009
-Passito di Pantelleria – Fermatemi che volo – Dallara 2007
A questo punto, perchè non provare a replicarlo?
autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...