Tonno avariato da Bisceglie con 200 intossicati: regioni colpite e rischi di istamina

03 giugno 2017 ore 12:14, Americo Mascarucci
Il Ministero della Salute ha diramato un'allerta alimentare per aver rilevato presenza di istamina nei tranci di tonno a pinna gialla decongelati e lavorati a Bisceglie. Sarebbero stati registrati oltre 200 casi di intossicazione da tonno negli ultimi giorni. Puglia, Basilicata, Lazio e Veneto le regioni interessate dai casi.
Tonno avariato da Bisceglie con 200 intossicati: regioni colpite e rischi di istamina

L'ALLARME A lanciare  l'allarme il responsabile dello Sportello dei Diritti del Ministero Giovanni D'Agata, che in una nota chiarisce"Nello specifico interessa i lotti in confezioni da circa 2 chili al pezzo, con termine minimo di conservazione rispettivamente del 02/06/2017 e 07/06/2017. Motivo del richiamo: presenza di Istamina oltre i limiti ex Reg. 2073/2005 s.m.i.. Gli episodi, oltre ad essere interessanti da un punto di vista epidemiologico, si tratterebbero infatti di uno dei pochi casi documentati in Italia, è molto utili da un punto di vista didattico: evidenziano il sottile confine che esiste tra dose terapeutica o fisiologica e dose tossica; richiama il concetto di sinergismo tra sistemi molecolari; ricorda che questi, in certe condizioni, si trasformano e cambiano le loro proprietà biologiche. Non in ultimo, questo fatto di cronaca ci procura una certa ansia ‘’benefica’’ che ci ricorda che è necessario prestare molta attenzione alla qualità dei cibi che consumiamo".

ISTAMINA L'istamina è una molecola organica, appartenente alla classe di ammine biogene, uno dei mediatori chimici dell'infiammazione e deriva dalla decarbossilazione dell'istidina ad opera della istidina decarbossilasi; condivide in questa sede numerosi effetti con la serotonina. L'istamina ha anche un ruolo come neurotrasmettitore. La decarbossilazione dell'istidina nelle carni di pesci sgombroidi, quali tonno e altri pesci azzurri, e la conseguente formazione di istamina, è alla base della cosiddetta sindrome sgombroide. La sindrome sgombroide provoca nelle persone una eccesso di questa sostanza naturalmente prodotta dall’organismo, dando il via allo sviluppo di una serie di sintomi talvolta così gravi, nelle persone più sensibili, da richiedere il ricovero in ospedale.  

I SINTOMI - La sintomatologia dell’intossicazione alimentare da tonno ed altri pesci causata da istamina è molto simile a quella di una vera e propria allergia alimentare: prurito, eritema, tachicardia, diarrea, sensazione di soffocamento. L'istamina non viene distrutta dalle normali temperature di cottura, di conseguenza il pesce mal conservato o lavorato anche se adeguatamente cotto può contenere istamina che provoca la sindrome.
Come spiega ancora d'Agata "La diagnosi di scombroid syndromesi basa sulla sintomatologia ( nausea, vomito, diarrea, vertigini, cefalea, rush cutaneo, disturbi respiratori e ipotensione) e sulla storia di recente assunzione di sgombroidi. L’inizio della sintomatologia è rapido (20-30 minuti dall’assunzione dell’alimento) e i disturbi, abitualmente di lieve entità, si risolvono in genere in meno di 24 ore. La mancanza di precedenti reazioni allergiche al cibo implicato dovrebbe indurre il medico ad escludere l’allergia. L’analisi di materiale biologico (vomito, sangue, urine) degli intossicati è invece difficilmente ottenibile e di dubbia interpretazione (rapido metabolismo, diverse origini dell’istamina). La terapia della sindrome sgombroidea è basata sull’impiego di antistaminici".

I CONSIGLI Non è facile individuare il tonno avariato da quello fresco, quindi si gioca tutto sulla prevenzione. Per prevenire i rischi di una possibile intossicazione gli esperti consigliano di "consumare il tonno il giorno stesso dell'acquisto, da effettuare solo dal proprio pescivendolo di fiducia. Evitare assolutamente le tipiche bancarelle improvvisate dove i pesci si presentano in pessime condizioni igieniche. Anche queste possono determinare la formazione di istamina nel pescato".

#tonnoavariato #bisceglie #intossicati

caricamento in corso...
caricamento in corso...