Terra dei Fuochi killer, addio piccolo Davide: muore a 7 mesi col tumore

09 dicembre 2016 ore 11:36, Micaela Del Monte
Ancora una vittima causata dalla Terra dei Fuochi, questa volta però si tratta di una morte davvero scioccante trattandosi di un bimbo di soli 7 mesi. Si chiama Davide Ricciardi e gli era stato diagnosticato un tumore quando aveva appena 60 giorni di vita. Un dramma immenso dovuto all'insensibilità e all'incuria di molti uomini. Il piccolo, originario di Acerra, è stato ucciso dal forte inquinamento presente nell'area in cui viveva.

"La morte di un innocente è l’ostacolo più grande alla nostra fede, ancor di più se pensiamo che è vittima innocente di un ambiente inquinato” ha tuonato monsignor Antonio Di Donna, durante la messa funebre per il piccolo Davide.
"Non esistono parole per consolare i suoi giovani genitori in questo momento sarebbe forse più utile il silenzio. Non possiamo dire che questa è la volontà di Dio. Dio non c'entra con gli effetti perversi dell'inquinamento ambientale e del conseguente male che colpisce i piccoli della nostra terra. Perciò non possiamo rassegnarci che questo sia il prezzo da pagare allo sviluppo perverso, dobbiamo continuare la battaglia, che sarà lunga, perché stiamo pagando il conto ad assassini che per amore del denaro hanno inquinato le nostre terre e la nostra aria. Davide, stasera, è il figlio di un popolo intero e nel suo nome continuiamo il cammino per essere sentinelle di questo territorio" ha aggiunto Monsignor Di Donna. 

La morte di Davide arriva pochi giorni da un altro bambino di 5 anni, residente a Frattaminore, anche egli ucciso da un cancro, in quella che gli antichi chiamavano ‘campania felix’, per via della salubrità e fertilità del suolo. A luglio era deceduto Antimo Flagiello, 17 anni, un ragazzo che aveva il sogno di diventare parrucchiere e che per questo frequentava una scuola professionale per realizzare il suo desiderio. Aveva soltanto 39 anni Domenico Pennacchio, sposato con Giusy e genitore di un piccolo di appena un anno: da due anni lottava contro un male che se l’è portato via lo scorso settembre nella sua abitazione di Qualiano, nel napoletano. 

Secondo dati diffusi negli ultimi mesi dall'Istituto superiore di sanità, nei 55 Comuni campani denominati dalla legge "Terra dei Fuochi", il livello di ricoveri e mortalità è superiore rispetto alla media regionale. Troppi bimbi vengono ricoverati per tumori entro il primo anno di vita. Ci sarebbe, inoltre, un boom di neoplasie del sistema nervoso centrale.

caricamento in corso...
caricamento in corso...