Gravidanza avanti tutta con la vitamina D: combatte il rischio autismo

15 dicembre 2016 ore 14:40, intelligo
Gravidanza avanti tutta con la vitamina D, conta per i bambini e per la mamma. Un nuovo studio australiano, che ha scoperto il peso sulla salute della carenza di questa vitamina anche a livello di autismo. 
Bisogna stare molto attente a non scendere sotto a un livello di rischio per il bambino, e questo dato è da considerarsi proprio nelle ultime 20 settimane di gravidanza ed è considerata carenza di vitamina D se si attestano i valori sotto i 25 nmol/L. E lì che il rischio di tratti autistici nel bambino potrebbe colpire.
Si tratta di uno studio del Brain Institute dell'University of Queensland e dell'Erasmus Medical Centre in Olanda su 4200 campioni di sangue di donne incinte e dei loro bambini,. 
Gravidanza avanti tutta con la vitamina D: combatte il rischio autismo
In un'intervento scritto sul sito dell'Università, il neurologo John McGrath, spiega: "Questo studio offre ulteriori evidenze che bassi livelli di vitamina D sono associati con disturbi dello sviluppo neurologico".
Poi le raccomandazioni: la vitamina D durante la gravidanza può essere assunta attraverso  acido folico ha ridotto l'incidenza di spina bifida nella comunità.
Conta molto anche l'esposizione al sole, con attenzione all'uso di creme e protezione per non rischiare invece il cancro alla pelle. Basta assumerla attraverso i cibi arancioni (carote, melone, zucca...) e chiedere in farmacia integratori validi. Risultati saranno evidenti: ossa sane, crescita cerebrale buona, eviterete così invece il pericolo di schizofrenia, asma e appunto ossa malate. Ma occhio agli eccessi. Il rischio sono allergie nel bambino se sbagliate le dosi, altrimento come dimostrato all'inizio del 2016 uno studio australiano pubblicato sul Journal of Allergy and Clinical Immunology, la vitamina D è importante proprio come anti-allergie, specialmente contro l'eczema. 


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...