UE multa Facebook: 110 milioni per acquisto WhatsApp. Che va (ancora) down

18 maggio 2017 ore 18:31, Stefano Ursi
Una maxi-multa da 110 milioni di euro quella comminata dall'Antitrust UE a Facebook per non aver fornito informazioni corrette durante la procedura di acquisizione, che data 2014, dell'applicazione di messaggistica WhatsApp. Secondo l'autorità europea, il colosso social avrebbe fornito informazioni non corrette sulla possibilità di collegamento degli account, fra una piattaforma e l'altra (con contestuale trasferimento di dati), mentre poi lo ha realizzato, nel 2016, contravvenendo dunque agli accordi. Il commissario europeo alla Concorrenza Margrethe Vestager, su Twitter, ha definito le informazioni fornite da Facebook al momento dell'acquisizione come ''sbagliate e fuorvianti'' e ha sostenuto come la società sia venuta meno agli accordi che avevano permesso il via libera all'acquisizione nel 2014.

UE multa Facebook: 110 milioni per acquisto WhatsApp. Che va (ancora) down
WhatsApp
LA MULTA - Il quantitativo della multa comminata a Facebook, ricorda la Commissione UE, è stata ridimensionata rispetto a quella che sarebbe dovuta essere, ovvero l'1% del fatturato del social di Palo Alto e dunque attorno ai 250 milioni: la decisione si deve al fatto che la cifra è stata considerata ''non proporzionata'' al caso in questione e al fatto che Facebook ha collaborato alle indagini sul caso stesso. A stretto giro di posta è arrivato anche il commento della società di Zuckerberg: "Fin dalle prime interazioni con la Commissione – spiega un portavoce – abbiamo agito in buona fede cercando di fornire informazioni accurate in ogni momento. Gli errori commessi nel 2014 non sono stati intenzionali e la Commissione ha confermato che non hanno avuto un impatto sulla decisione relativa alla fusione. L'annuncio di oggi chiude la questione".

#WHATSAPPDOWN -
Nel frattempo, l'applicazione di messaggistica istantanea si trova a dover fronteggiare il secondo stop nell'arco di 15 giorni; nella giornata di ieri, infatti, WhatsApp è rimasto irraggiungibile o ha funzionato a singhiozzo nelle ore fra le 18.00 e le 19.00, causando non pochi disagi agli utenti. Ovviamente, come sempre in questi casi, le segnalazioni di malfunzionamento hanno visto un boom sui social networks all'hashtag #whatsappdown. Impossibile inviare e ricevere messaggi, utilizzare come di consueto il servizio, che per moltissimi è per svago ma per altrettanti viene utilizzato a scopi anche lavorativi. È, come detto, la seconda volta in due settimane che l'applicazione smette di funzionare o funziona a scatti e in molti, oggi, cominciano a chiedersi cosa possa causare questi disservizi.

#Whatsapp #down #multa #UE
autore / Stefano Ursi
caricamento in corso...
caricamento in corso...