Che fine ha fatto Claudio Lippi

19 giugno 2017 ore 11:16, intelligo
Strano paese l’Italia, capace di portarti sugli altari per un nonnulla, salvo poi dimenticarsi di te da un giorno all’altro, come se non fossi mai esistito. Può essere questo il caso di quello che un tempo fu un amatissimo conduttore televisivo, e prima ancora un cantante di grido, Claudio Lippi.
Claudio Lippi nasce a Milano il 3 giugno del 1945, sul finire del terribile secondo conflitto mondiale. La sua è un’infanzia tranquilla in un mondo che sta ricominciando a vivere dopo gli orrori della guerra appena conclusa. Tutti guardano al futuro con ottimismo, e mentre gli anni trascorrono si aprono per i giovani nuove strada da intraprendere, comprese quelle nel mondo dello spettacolo e della TV che sta cominciando proprio allora la sua inarrestabile espansione. Claudio, come tanti altri, è un bel ragazzo e ha una bella voce. E’ attratto dalla musica e inizia la sua carriera di cantante nei primi anni ’60 con un complessino, I Crociati. Incide per l’etichetta Bluebell alcuni 45 giri che comunque non passano alla storia e nel 1964, non ancora ventenne, partecipa al Festival delle Rose cantando Addio amore. Poi, finalmente, ecco arrivare il successo. Piomba addosso a Claudio grazie alla cover di un pezzo di Dean Martin, Everybody loves somebody, tradotto Per ognuno c’è qualcuno.  
Deliziosa interpretazione quella di Claudio che se solo fosse nato qualche anno prima sarebbe stato iscritto di diritto nella categoria dei “cantanti confidenziali”. Così, invece, è nel rutilante mondo della musica anni ’60 e compare a La Fiera dei Sogni di Mike Bongiorno nel 1963, e a Settevoci, con Pippo Baudo. Quindi partecipa come concorrente a Un disco per l'estate 1968.

Nel 1968, ventitreenne, tenta anche l’avventura imprenditoriale creando l’etichetta Disco Azzurro insieme al fratello Franco, e sempre con lui fonda il gruppo musicale La pattuglia azzurra, che vede Massimo Boldi alla batteria. Pubblicano Mezza gazzosa e Ascoltami, due brani che però non riscuotono questo grande successo. Successivamente, Claudio tenta anche l’avventura radiofonica, conducendo alcune trasmissioni per la RAI, tra cui Musica In. Sempre nel 1972 passa alla televisione, dove conduce prima programmi per ragazzi (Aria aperta e Giocagiò), poi i varietà Tanto piacere, Rivediamoli insieme, Per una sera d'estate e Mille e una luce, ed è il protagonista maschile nella trasposizione televisiva dell'operetta No, no, Nanette insieme ad Elisabetta Viviani. E nel 1975 arriva anche il musicarello Piange il telefono, di Lucio De Caro, con Domenico Modugno e Francesca Guadagno. Infine, per non farsi mancare nulla, lavora come doppiatore alla serie televisiva Barbapapà, dando la voce a tutti i personaggi maschili. Assieme a Roberto Vecchioni e Orietta Berti canta anche la celebre sigla di apertura: Ecco arrivare i Barbapapà. E non è tutto: si improvvisa anche “one man show” per Tele Milano, non ancora Canale 5, accettando l’offerta di Silvio Berlusconi che ha immaginato proprio per lui il programma “lo Sprolippio”.
Che fine ha fatto Claudio Lippi
E’ un buon viatico per le reti nazionali. Nel 1980 Claudio presenta in “condominio” con Raimondo Vianello il preserale di RAI1, Sette e mezzo. Poi, nel 1984, Lippi torna in Fininvest, per cui realizza due quiz, Tuttinfamiglia del 1984 e Il Buon paese del 1985, ma fa brevi incursioni anche in RAI, dove conduce Giochi senza Frontiere. In seguito, quando Corrado lascia il quiz del mezzogiorno, Il Pranzo è servito, Lippi viene chiamato a sostituirlo. Dal 1991 in poi, presenta anche Bellezze al bagno e nel 1992 Bellezze sulla neve. Intanto, sempre nel 1992, durante la conduzione del Pranzo è servito, viene affiancato dalla bella Luana Ravegnini con cui, malgrado lui sia sposato, inizia una relazione sentimentale che si protrarrà molti anni e che porterà Lippi a lasciare la moglie Kerima Simula, sposata nel 1989. E’ un periodo tormentato quello per Lippi che, oltre al divorzio, deve anche affrontare la rottura con i vertici della Mediaset, e trasferire la sua attività su Telemontecarlo. Un’altra rottura, però, cambia nuovamente il destino di Lippi. All’interno della trasmissione di grande successo, Mai Dire Gol della Gialappa’s band, si rompe il rapporto tra Teo Teocoli e la Gialappa’s stessa. Agli autori serve urgentemente qualcuno che sostituisca Teocoli, e la scelta cade su Claudio Lippi che, incredibilmente, è perfetto sia per gli strali del trio comico che per le battute al fulmicotone di Simona Ventura. Ma se tutto va bene sul lavoro, non altrettanto si può dire per la vita privata, dove la relazione con la Ravegnini giunge al termine e i due si lasciano sembra con molto dolore da parte di Lippi. Lui così si getta ancora di più nel lavoro, partecipa alla Buona Domenica di Maurizio Costanzo e di Lorella Cuccarini, collabora con Simpaticissima, 6 del mestiere? E Canale 5 story. E’ con la Hunziker in Tacchi a spillo e nel 2002 è nel cast de La sai l’ultima insieme alla Estrada. 

Nel 2006, dopo un vai e vieni tra Rai e Mediaset, Lippi annuncia a sorpresa di lasciare la conduzione di Buona Domenica dopo sole 5 puntate per divergenze con gli autori. Questa decisione mette un brutto freno alla sua carriera, e Lippi viene allontanato dagli schermi televisivi dove ricompare solo nel 2010 nei programmi di RAI1 La prova del cuoco e Se… a casa di Paola.  In seguito , dal luglio 2011 conduce su Rai International il Gran Galà del Made in Italy l'oscar alle eccellenze italiane scritto e prodotto da Nicola Paparusso e Gian Carlo Nicotra che ne cura anche la regia. Nel settembre 2011 inizia le registrazioni per la realizzazione di un nuovo album musicale, Volare è meraviglioso. Dal 2 al 7 gennaio 2012 e il 7 e 10 marzo 2012 sostituisce temporaneamente Antonella Clerici nella conduzione de La prova del cuoco, ottenendo ottimi ascolti. Il 9 e il 16 maggio 2012 conduce, con Elisa Isoardi, il nuovo varietà di Rai 1 Punto su di te. Dall'autunno 2012 Lippi co-conduce con Antonella Clerici ogni sabato La prova del cuoco in onda su Rai 1. Il 2 giugno 2015 è il conduttore, insieme ad Amadeus, Pupo e Max Giusti della Partita del cuore su Rai 1.

Nel 2016, in un’intervista su Diva e donna, Claudio Lippi racconta il difficilissimo periodo che sta passando, specificando di aver perduto tutto il suo patrimonio. "Non ho una casa, non ho una barca, non ho niente". Quanti soldi ha perso, gli chiede il giornalista.  "Siamo intorno al mezzo milione di euro. Colpa della cattiva gestione dei miei guadagni da parte del mio manager che non mi aspettavo. Non ho una casa, non ho una barca, non ho più niente. Sul conto corrente mi rimangono circa 7mila euro". Accanto a lui però è rimasta Kerima Simula, l'ex moglie, riavvicinatasi a lui nel 2001 dopo tanti anni di separazione: "Ha sofferto tantissimo per causa mia ma mi ha sempre dimostrato rispetto e amore. Mi scuso con lei e oggi siamo pronti di nuovo al grande passo, e ci sposeremo una seconda volta, noi due e i testimoni, nessun altro", ha aggiunto Claudio, per la gioia della loro figlia, Federica che recentemente ha dato loro una nipotina, Mya. Tornando alla sua situazione finanziaria, Lippi si è anche molto lamentato sulla RAI, rea a suo dire di far lavorare sempre gli stessi. “Vedo alcuni colleghi sull’orlo della sovraesposizione e tanti altri non utilizzati”, ha detto. “Non ho niente contro Amadeus, ma che senso ha che passi dai Soliti ignori a Reazione a catena? Possibile che non si faccia lavorare nessun altro a parte quei soliti quattro o cinque?”
Uno sfogo corretto quello di Lippi, che lascia in effetti in piedi alcune domande sul servizio pubblico che sembrano non trovare risposte logiche. Claudio Lippi è ed è stato un ottimo conduttore, non costerebbe più dei suoi colleghi ma anzi forse farebbe anche risparmiare, allora perché non prenderlo in considerazione? Davvero si è certi che soli Carlo Conti o Fazio possano condurre trasmissioni in RAI? Ce lo chiediamo e giriamo la domanda a quei superdirigenti RAI che non subiscono nemmeno il tetto dei 240mila euro.

#ClaudioLippi #chefinehafatto #rai

di Anna Paratore
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...