Facebook e Napoli fatali per un latitante: arrestato dopo un post

24 dicembre 2016 ore 15:15, Andrea Barcariol
Gli sono state fatali due passione: il Napoli e i social network. Un latitante del clan Mazzarella, è stato catturato in Olanda dove aveva trovato rifugio. Al termine di Fiorentina-Napoli, posticipo di giovedì sera aveva scritto un post sul pareggio del Napoli su rigore al 94esimo. Condannato a otto anni e dieci mesi di reclusione per associazione finalizzata al traffico di stupefacenti aggravata da finalità mafiose, aveva fatto perdere le sue tracce dal febbraio 2013. È stato localizzato e arrestato in Olanda, a Utrecht, dai poliziotti dell'Interpol su indicazioni fornite dai carabinieri della Sezione "Catturandi" di Napoli, che da circa un anno conducevano indagini coordinate dalla Dda partenopea. Era nell'abitazione di amici napoletani che gli offrivano ospitalità. I militari dell'Arma stavano monitorando moltissimi profili Facebook attraverso i quali comunicava usando dei fake. I riscontri incrociati hanno portato a lui. L'uomo è stato rinchiuso in un istituto penitenziario olandese in attesa di estradizione.
 
Facebook e Napoli fatali per un latitante: arrestato dopo un post
Un anno fa, un latitante del clan Nuvoletta era stato preso mentre festeggiava il compleanno in Spagna. Era ricercato dal luglio 2012 e destinatario di due misure cautelari emesse dai gip di Napoli e Palermo per associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti e per traffico di droga, da Spagna e Olanda in Italia, reati aggravati da finalità mafiose.
caricamento in corso...
caricamento in corso...