Cane a passeggio in orario di lavoro, Comune Venezia "punisce" 62enne

28 agosto 2017 ore 9:10, Micaela Del Monte
E' stata licenziata dal Comune di Venezia una dipendente di 62 anni, denunciata nel 2015 per essere più volte uscita durante l'orario di servizio per svolgere attività di naturale personale, come portare a spasso il cane. Dopo il patteggiamento, ora è stato portato a termine con il licenziamento il procedimento disciplinare avviato dall'amministrazione municipale. 

Cane a passeggio in orario di lavoro, Comune Venezia 'punisce' 62enne
Alla donna, inquadrata in un ufficio amministrativo della Polizia locale, è stata contestata una trentina di ore di assenza ingiustificata dal lavoro per una decina di episodi tra marzo e maggio 2015, durante i quali erano stato raccolte prove (foto e video) dei suoi spostamenti mentre svolgeva commissioni personali.

La donna infatti timbrava il cartellino e poi usciva dall’ufficio, svolgendo diverse attività. Più di una volta era tornata anche a casa. E’ anche per questo che l’impiegata del Comune di Venezia è indagata di truffa aggravata. Intanto il Comune l’ha licenziata. Adesso la donna dovrà vedersela con la giustizia. I suoi legali avrebbero chiesto il patteggiamento. Sarà il gip a verificare la congruenza di un’eventuale intesa. Gli investigatori hanno scoperto che l’impiegata disonesta, diverse volte, aveva timbrato il cartellino ed aveva svolto attività rilassanti, come visitare mostre o trascorrere del tempo a casa.
caricamento in corso...
caricamento in corso...