Uber alla riscossa: via Kalanick c'è Khosrowshahi ex ceo di Expedia

28 agosto 2017 ore 14:32, Luca Lippi
Uber nomina il nuovo amministratore delegato individuato nella figura professionale di Dara Khosrowshahi ex ceo di Expedia. Giunge alle fasi finali il processo di ristrutturazione della dirigenza di Uber dopo che il colosso che mette in diretto passeggeri e autisti tramite un'app, è stato sconvolto da una vera e propria campagna denigratoria fatta di storie di spionaggio, indagini interne su presunte molestie sessuali, cause legali relative alle self-driving car e scontri con il mondo taxi.
Uber alla riscossa: via Kalanick c'è Khosrowshahi ex ceo di Expedia
CHE COSA ERA SUCCESSO IN UBER
Secondo quanto riportava il New York Times a giugno scorso, il consiglio d'amministrazione avrebbe deciso di "smuovere i vertici aziendali" e di adottare tutte le misure consigliate, tra cui, spiega il giornale, ci sarebbe anche l'allontanamento di uno dei collaboratori più fidati di Kalanick a sua volta auto sospesosi per tre mesi. Al momento nessuna decisione è ufficiale. Il Nyt, raccontava che questi accadimenti, sarebbero stati legati a un rapporto sull'ambiente di lavoro di Uber del procuratore generale Eric Holder. Uber, inoltre, aveva visto già nel primo semestre del 2017 un esodo di alcuni manager esecutivi, cosa che aveva solleticato le fantasie dei media e fatto emergere molti interrogativi da parte dell'opinione pubblica.

IL NUOVO CEO
Dara Khosrowshahi è di origini iraniane, Khosrowshahi dal 2005 ha ricoperto l’incarico di amministratore delegato presso Expedia, colosso nel mondo dei viaggi e del turismo online, portando la società ad espandersi a livello internazionale raggiungendo più di 60 paesi e registrando un significativo rafforzamento in termini economici. Nel 2013 Ernst & Young gli ha assegnato il riconoscimento “Pacific Northwest Entrepreneur of the Year” e presenzia nella “List of Prominent Iranian Americans” stilata dallo U.S. State Department.
È attivo anche nel board della New York Times Company. Questa sua vicinanza al mondo della stampa e la confidenza a trattare con i media potrebbe rivelarsi di importanza strategica nel migliorare la comunicazione di Uber, spesso rivelatasi non esattamente chiara ed efficace quando si è trattato di chiarire alcune questioni che hanno prvocato scandalo seppure senza mai avere trovato conferme.
Khosrowshahi ha un curriculum di tutto rispetto: sotto la sua guida i ricavi di Expedia sono cresciuti dai 2,1 milioni del 2005 agli 8,7 del 2016. È diventata la più grande agenzia di viaggi online negli Stati Uniti. Nelle sue mani il rilancio d’immagine di Uber e soprattutto il recupero dei mesi trascorsi in uno stallo che non ha ancora trovato una motivazione ufficiale valida.

#uber #DaraKhosrowshahi #nuovoCeo #chiè
autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...