Filip è morto di leucemia, ma ha vinto: sarà sepolto con la mamma

28 marzo 2017 ore 15:25, Andrea De Angelis
Ora il suo ultimo desiderio è stato realizzato. Lo aveva espresso dieci giorni fa, emozionando in ogni angolo del globo. Potrà ora essere sepolto vicino a colei che, sette anni fa, le aveva donato la vita. Così poco è durata quella di Filip Kwansy, il bambino polacco malato di leucemia per il quale, purtroppo, non c'è stato nulla di fare. Filip è stato ricoverato l'ultimo periodo della sua vita al Great Ormond Street Hospital di Londra. Qui ha trascorso praticamente il suo ultimo anno. I medici, però, hanno capito che la malattia era incurabile. Il padre si è trovato così davanti al secondo, gravissimo lutto della sua vita. Ma anche dinanzi a un problema concreto: riportare a casa, in Polonia, il corpo di suo figlio. 

Filip è morto di leucemia, ma ha vinto: sarà sepolto con la mamma
HA COMMOSSO IL MONDO
La soluzione è arrivata dal crowdfunding, il metodo attraverso il quale raccogliere fondi online per una buona cosa. L'obiettivo prefissato è stato abbondantemente raggiunto, le offerte sono arrivate da numerosissime nazioni. A commuovere il mondo è stato il piccolo Filip che, in un video, chiedeva aiuto affinché venisse realizzato il suo ultimo desiderio. Essere sepolto accanto alla mamma, morta nel 2011 per un cancro. Quando lui di anni ne aveva appena due. Così mentre i suoi coetanei desiderano tutto ciò che è normale essere al centro dei pensieri di un bambino di sette anni, lui ha dovuto "chiedere" la sepoltura vicino alla mamma. Perché anche questa, senza il crowdfunding, sarebbe stata difficile. Se non impossibile. Oggi invece, che lui ha lasciato questa terra, è diventata realtà. 

IL CASO IN ITALIA
Due mesi fa una comunità del nostro Paese si è profondamente commossa per un caso che ha suscitato tanta empatia. Anche qui, infatti, una piccola vita si è spenta a causa della leucemia dopo una lunga battaglia contro la morte. Purtroppo persa troppo presto. Ci troviamo a Sesto al Reghena, in provincia di Pordenone. La bimba si è spenta lo scorso gennaio. Si era ammalata di leucemia quando aveva tre mesi e mezzo e il suo dramma era diventato quello dell'intera comunità. Chiara aveva compiuto un anno il 28 dicembre, due giorno dopo era stata sottoposta al trapianto di midollo, intervento a lungo ricercato e che i medici avevano acconsentito a realizzare dopo aver appurato che la piccola reagiva bene alle terapie. Quel trapianto aveva riacceso le speranze, ma poi purtroppo non c'è stato nulla da fare per la piccola Chiara. 

#filip #leucemia #crowdfunding
caricamento in corso...
caricamento in corso...