Il riscatto di Sylvester Stallone: "Ricomprai il mio cane grazie a Rocky"

04 aprile 2017 ore 13:57, Andrea De Angelis
Sylvester Stallone ha conosciuto da vicino la povertà, la fame. Quella vera. Non sempre un uomo di successo, tra gli attori più conosciuti (e pagati) al mondo ha un passato altrettanto sereno. Il lusso, tanto per capirci, non sapeva neanche cosa fosse. Visto forse da lontano, in tv. Ammesso che ne avesse una. Adesso che le porte della pensione per lui sono vicine, si racconta ed emerge un Sylvester a tutto tondo, nei cui confronti la vita è stata madre e matrigna. Un uomo chiamato, fin da giovanissimo, a sapersela cavare da solo. Ed è in particolare un aneddoto, quello della vendita del cane, a commuovere davvero tutti.

Il riscatto di Sylvester Stallone: 'Ricomprai il mio cane grazie a Rocky'
STALLONE E BUTKUS
Una storia che sembra tratta da un film, proprio lui che sul set ha vissuto per decenni. Invece è tutto vero, anche se si può far fatica a crederci. Su Instagram Sly Stallone ha pubblicato un'immagine del lontano 1971 che lo ritrae con un cucciolo di cane. "Questo sono io con Butkus da cucciolo. Eravamo entrambi magri, affamati e vivevamo in una topaia sopra una fermata della metropolitana. Questo appartamento aveva scarafaggi sia col caldo che col freddo. E comunque non c`era molto altro da fare che trascorrere il tempo insieme ed è lì che ho iniziato a studiare sceneggiatura" ha scritto l'attore.

COSTRETTO A VENDERE IL CANE
Ed è lì che venne messa nero su bianco la sceneggiatura di Rocky, film capace di vincere addirittura tre premi Oscar. L'attore ne è certo: "L'idea di scrivere Rocky è stata sua, di Butkus. Ma non ditelo a nessuno". Fin qui tutto bello: la fame, il riscatto, il legame con il migliore amico dell'uomo. Ma c'è una parentesi dolorosa. Lo ha venduto per meno di 50 dollari, lo ha ricomprato qualche anno dopo per alcune migliaia. "Anni dopo, quando le cose andarono peggio, lo dovetti vendere per 40 dollari perché non potevo comprarmi da mangiare. Poi, come in un miracolo moderno, riuscii a vendere la sceneggiatura di Rocky e potei ricomprarmelo. Il nuovo proprietario sapeva che ero disperato e me lo rivendette a 15mila dollari... Valeva ogni singolo penny!", conclude Stallone.

Il riscatto di Sylvester Stallone: 'Ricomprai il mio cane grazie a Rocky'
IL SUCCESSO
Stallone, soprannominato Sly, ha compiuto 70 anni lo scorso luglio. La svolta per lui arriva a metà degli anni '70 quando si trasferisce in California e finalmente nel 1976 interpreta 'Rocky'. Da allora solo successi: vince 3 Oscar (Miglior film, Miglior regia e Miglior montaggio) e ottiene ben 6 nomination, tra cui quella come Miglior attore protagonista. Ma non è solo la saga del pugile italo-americano a regalargli la fama. Alternando il ruolo di regista (Rocky II, Staying Alive di cui è anche produttore) a quello di attore, dopo il successo di 'Rambo' e di un'altra saga ispirata al soldato americano, interpreta decine di pellicole d'azione tra cui 'Cobra', 'Over the top' e 'Sorvegliato speciale'. Il pubblico lo adora anche perché rappresenta per molti colui che, letteralmente da solo, ce l'ha fatta. 

#sly #sylvesterstallone #stallone 
caricamento in corso...
caricamento in corso...