Controstoria, la verità su Cefalonia nel nuovo libro di Vincenzo Di Michele

04 aprile 2017 ore 17:14, Americo Mascarucci
Si intitola "Cefalonia, io e la mia storia" il nuovo romanzo storico di Vincenzo Di Michele pubblicato da Il Cerchio.  Un dramma italiano, perché italiani erano i soldati del regio esercito che all'indomani dell'8 settembre del 1943 si trovarono proprio a Cefalonia in balia dell'odio e della vendetta dei tedeschi che diedero vita ad uno degli eccidi più cruenti della Seconda Guerra Mondiale.
Partendo da fatti realmente accaduti, lo storico e saggista Di Michele ripercorre gli avvenimenti drammatici di quei giorni, svelando alcuni episodi inediti legati all'eccidio di Cefalonia e fin qui tenuti nascosti. Racconti sulla cui autenticità l'autore pone a sigillo la sua esperienza personale.  
Quello che racconta Di Michele è infatti un dramma vissuto in prima persona; un dramma che ha contraddistinto il contesto familiare dell’autore, dove, illusione dopo illusione, si stava in attesa del ritorno del proprio caro dall'isola in cui si è consumato l’eccidio di Cefalonia. In una narrazione personale e con piglio a tratti provocatorio Di Michele chiama in causa il lettore, mettendo in evidenza il passato del suo Paese, che è anche il passato di tante famiglie italiane contraddistinto dalla sofferenza di aver avuto un disperso in guerra. Su tutte la storia toccante di un soldato, che, divenuto prigioniero, fu costretto a lottare fino alla morte per far ritorno a casa ad abbracciare una figlia di sette anni mai conosciuta prima. 
Controstoria, la verità su Cefalonia nel nuovo libro di Vincenzo Di Michele

Naturalmente la storia personale ed umana si inserisce nel contesto storico degli avvenimenti incrociando i protagonisti di quella tragedia. Ma nella ricostruzione storica l'autore non manca di evidenziare alcune verità che la storia non ha forse sufficientemente approfondito. 
Ecco quindi che l'eroismo del generale Antonio Gandin lascia il posto ad un uomo molto controverso. L’alto ufficiale consentì a quei pochi sovversivi di prevalere sulla massa dei deboli: “Dodicimila soldati italiani tutti obbedienti agli ordini”. 
Non nuovo a disamine storiche, Di Michele presenta nel suo romanzo una revisione storica - da intendere tutta in senso positivo per lo slancio volto a far conoscere tanti episodi senza paraocchi e senza infingimenti - a proposito dei martiri di Cefalonia, da sempre considerati gli eroi della Resistenza e i salvatori della nuova Patria: “L’Italia antifascista”. 
Il libro è disponile anche in tutte le edicole di Genova, Savona e Vado Ligure (SV). Nelle edicole di tutta la provincia di Bolzano. In tutte le edicole di Ferrara, Rimini, Ravenna, Forlì e Cesena ed in quelle di Modena. E ancora. In tutte le edicole di Rovigo, Thiene (Vicenza) e Pesaro.

caricamento in corso...
caricamento in corso...