Anche "Jack Sparrow" piange in VIDEO, Depp parla della malattia della figlia

01 dicembre 2015 ore 12:36, intelligo
Anche 'Jack Sparrow' piange in VIDEO, Depp parla della malattia della figlia
Anche il Pirata di tutti i mari, il Jack Sparrow senza paura, arrogante e sbruffone, piange. Non al cinema ma nella vita privata: Jonny Depp ha fatto outing su quello che definisce “il periodo più brutto della mia vita”. Le lacrime le ha versate per la figlia Lily-Rose, colpita da una grave forma di infezione e il popolare attore americano ne parla durante un’intervista al Graham Norton Show, programma televisivo molto seguito in Gran Bretagna. Alla domanda che tocca il tasto più delicato, Depp risponde ripercorrendo quei drammatici momenti che risalgono al 2007 quando la figlia, che oggi è un’adolescente di sedici anni, era una bambina di sette anni. La sua vita fu messa in pericolo da un’infezione da Escherichia Coli. 

Un anno terribile, come ricorda l’attore americano, al quale fortunatamente seguì la guarigione di Lily-Rose e in quel momento, lui si promise di portare avanti un impegno ben preciso: andare a visitare i bambini ricoverati negli ospedali per portare un momento di sollievo e di allegria. Impegno che si è tradotto in realtà: appena ha del tempo a disposizione – ma talvolta accade anche quando sta girando le riprese di un film -  Jonny Depp mantiene fede alla promessa fatta a se stesso. L’ultima visita in ordine temporale risale al mese scorso quando l’attore americano si presentò davanti ai piccoli pazienti di un ospedale a Brisbane (Australia), nei panni del “temibile” Capitan Jack Sparrow.

Ma che cos’è l’Escherichia Coli? E’ un infezione provocata da un batterio: esistono centinaia di ceppi, alcuni sono innocui per l’organismo mentre altri sono particolarmente aggressivi e pericolosi per la salute. Come ad esempio, l’Escherichia Coli O157:H7 che negli Stati Uniti, secondo gli studi dei ricercatori, ha provocato gravi epidemie. Al punto che il Cdc - organismo preposto al controllo e alla prevenzione delle malattie - stima in settantamila i casi di infezione che ogni anni si manifestano in America; non solo ma nel solo 2007 questa tipologia infettiva ha rappresentato il 7 per cento dei disturbi intestinali, come riferito dalla autorità sanitarie statunitensi. Risale al 1982 la scoperta e identificazione del primo ceppo di Escherichia Coli capace di determinare intossicazioni alimentari. Si tratta appunto dell’Escherichia Coli O157:H7: secondo gli studiosi la principale fonte di trasmissione sarebbe il bestiame domestico i ma va detto che questi batteri sono riscontrabili anche in altri animali domestici o che vivono allo stato brado.

.

LuBi

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...