Siamo tutti postini con Amazon Flex!

01 ottobre 2015, Andrea De Angelis
Niente paura, non vi stiamo dicendo che siete dei pacchi. Né che loro sono paragonabili agli esseri umani, ma di certo l'accostamento sorge spontaneo andando a vedere la novità che Amazon si appresta a lanciare. 

Siamo tutti postini con Amazon Flex!
Un'idea dunque già provata che pone ognuno al centro e punta a sdoganare il vecchio concetto di esclusività del servizio. A scendere in piazza questa volta non saranno i tassisti, forse non ci andrà proprio nessuno. Di certo si tratta di un qualcosa che rischia, o per fortuna può estendersi (fate voi) anche ad altri settori. 

Amazon ha annunciato poche ore fa Amazon Flex, la nuova applicazione che offre a chiunque la possibilità di guadagnare diventando fattorini. Proprio come Uber, per intenderci.

Già dagli scorsi mesi il gigante dell’e-commerce avevo diffuso voci sulla possibilità di implementare un servizio simile, e da ieri le indiscrezioni si sono trasformate in realtà: Flex è già attivo nella città di Seattle, e presto arriverà anche a Manhattan, Baltimora, Miami, Dallas, Austin, Chicago, Indianapolis, Atlanta e Portland

Anche in questo caso l'applicazione sfrutta la geo-localizzazione, così da permettere agli aspiranti postini di ritirare la merce dai vari depositi e di consegnarla ai clienti impiegando al massimo un’ora. 

Il compenso varia da 18 ai 25 dollari per ogni spedizione, e non sono previsti limiti riguardo alle ore di lavoro. Gli unici requisiti sono i 21 anni d’età, uno smartphone Android e una macchina. L’azienda, comunque, non ha escluso per il futuro la possibilità di effettuare consegne anche con biciclette o addirittura a piedi in posti come Manhattan.




caricamento in corso...
caricamento in corso...