Neve paralizza aeroporto, 500 italiani bloccati a Istanbul: rabbia e proteste

10 gennaio 2017 ore 14:56, Americo Mascarucci
Sarebbero circa 500 gli italiani bloccati dal giorno dell'Epifania all'aeroporto di Istanbul a causa delle nevicate eccezionali che si sono abbattute sulla città . 
L'ambasciata italiana ad Ankara, con il consolato generale a Istanbul e il consolato a Smirne, segue già da diversi giorni la situazione.
Fonti della Farnesina riferiscono che "è in via di lenta risoluzione, con il progressivo miglioramento delle condizioni climatiche". 
Cancellati i voli diretti a Roma, Milano, Bologna, Torino, Venezia e Napoli.
Per placare gli animi surriscaldati è dovuta intervenire la Polizia.
"Al ritiro bagagli era il delirio - riferiscono alcuni turisti protagonista dell'odissea - migliaia di valige provenienti da ogni parte del mondo, ammassate tutte insieme: qualcuno non ha più retto e si è reso necessario l'intervento della polizia".
Neve paralizza aeroporto, 500 italiani bloccati a Istanbul: rabbia e proteste

La congestione dei voli in Turchia ha causato disagi anche in Kenya. 
Sarebbero infatti molti gli italiani rimasti bloccati da giorni sulla costa del Paese africano, a Malindi e a Watamu e in attesa di rientrare in Italia via Istanbul. 
Il portale Malindikenya.net, scrive infatti che venerdì scorso "il primo volo della Turkish Airways che avrebbe dovuto riportare i primi turisti in Italia via Istanbul ha avuto un ritardo di otto ore, poi però la situazione climatica nella città turca è peggiorata ulteriormente, e i passeggeri provenienti dal Kenya sono rimasti bloccati e sono stati portati in un hotel". 
Intanto dovrebbero rientrare tutti entro domani i 25 orchestrali della provincia di Benevento, in tournee a Shanghai, che non sono potuti rientrare nel weekend scorso come previsto con uno scalo a Istanbul sempre per la neve.
   

caricamento in corso...
caricamento in corso...