Calvizie, scoperto il fattore cellule anche anti-capelli grigi

11 maggio 2017 ore 15:37, Americo Mascarucci
Perché si diventa calvi e i capelli con l’avanzare dell’età diventano grigi? La risposta sembrano fornirla i ricercatori dell'University of Texas Southwestern Medical Center che avrebbero identificato le cellule che direttamente danno avvio alla crescita dei capelli e al meccanismo che fa diventare la chioma grigia. Una scoperta che potrebbe presto aiutare ad identificare nuovi trattamenti contro la calvizie ma anche contro i capelli grigi.
Calvizie, scoperto il fattore cellule anche anti-capelli grigi

LA CALVIZIE - L'Alopecia androgenetica (anche conosciuta come calvizie) è una tipologia di perdita di capelli dovuta ad una suscettibilità del follicolo pilifero ad una miniaturizzazione di tipo androgenetico. È la tipologia di calvizie più comune e interessa il 70% degli uomini e il 40% delle donne ad un certo stadio della loro vita. L'uomo tipicamente presenta una recessione dell'attaccatura alle tempie e perdita di capelli al vertice, mentre la donna normalmente ha un diradamento diffuso su tutta la parte alta dello scalpo. Fattori sia genetici che ambientali giocano un ruolo, e diverse cause rimangono sconosciute.
La perdita di capelli androgenetica nell'uomo inizia sopra le tempie e al vertice, anche detto calvaria, dello scalpo. Man mano che progredisce, una striscia di capelli ai lati e posteriormente alla testa viene mantenuta. Questa condizione viene riferita come 'corona ippocratica', e di rado progredisce verso una calvizie completa
L'alopecia androgenica nella donna viene colloquialmente riferita come 'calvizie femminile', benché le sue caratteristiche possano verificarsi anche negli uomini. Causa di solito un diradamento diffuso senza recessione dell'attaccatura, e come la controparte maschile raramente porta a una perdita di capelli completa.
Sono state sviluppate delle scale per misurare il grado di alopecia nei soggetti affetti: la Hamilton-Norwood scale, per misurare il grado di calvizie nell'uomo e la Ludwig scale per misurare il grado di calvizie nella donna.
L'alopecia androgenetica è legata all'attività della 5alfa-reduttasi di tipo II, che trasforma il testosterone in diidrotestosterone. Endocrinopatie quali la carenza di GH, ipotiroidismo, menopausa, policistosi ovarica, tumori virilizzanti o terapie con androgeni (anche se a rigor del vero bisogna dire che gli unici androgeni che danneggiano il cuoio capelluto sono il diidrotestosterone e l'androstenedione – cataboliti del testosterone –, al contrario il testosterone non ha alcuna azione dannosa nei confronti dei capelli) possono causare calvizie.

LA RICERCA - Gli scienziati hanno scoperto che una proteina chiamata Krox20, comunemente associata allo sviluppo dei nervi, si attiva nelle cellule della pelle che hanno il compito di costituire il fusto del capello. Queste cellule, definite "progenitrici dei capelli", producono anche un'altra proteina, il fattore delle cellule staminali (Scf - stem cell factor), che svolgerebbe un ruolo essenziale per la pigmentazione dei capelli. 
Per scoprirlo, gli esperti hanno cancellato il gene responsabile della produzione di Scf nelle cellule progenitrici del pelo di alcuni topi. L'esperimento ha fatto sì che la peluria degli animali diventasse completamente bianca. Successivamente, i ricercatori hanno eliminato le cellule produttrici di KroX20. In questo caso si è verificata l'interruzione della crescita dei peli e, in breve, la perdita di tutto il pelo.
Il progetto, descritto su 'Genes & Develpment', riguardava la formazione di alcuni tipi di tumori. "Ma siamo incappati nella scoperta del perché i capelli diventano grigi e abbiamo individuato l'identità delle cellule che danno avvio alla crescita della chioma", spiega Lu Le, dermatologo autore della ricerca. Ora il team punta a verificare questi risultati anche in cellule umane. Lo studio, condotto su topi, ha dimostrato che la loro pelliccia è diventata bianca quando è stato eliminato il gene SCF nelle cellule progenitrici dei capelli. Mentre i topi hanno perso il pelo quando le cellule produttrici di KROX20 sono state eliminate. Prossimo obiettivo dei ricercatori e’ testare la scoperta su cellule umane in laboratorio e capire se i processi siano reversibili.

#Calvizie #capelligrigi #scoperte

caricamento in corso...
caricamento in corso...