Bandiera jihadista trovata dalla polizia

11 novembre 2014 ore 17:03, intelligo
Bandiera jihadista trovata dalla polizia
La notizia ha destato un certo allarme: una bandiera jihadista sarebbe stata trovata a casa di un tunisino. A Roma.
La Digos starebbe svolgendo accertamenti sulla bandiera jihadista trovata dalla polizia a casa di un cittadino tunisino rintracciato e fermato, dopo che, risulta dall'Adnkronos, sarebbe sfuggito a un controllo nella notte tra domenica e lunedì scorsi in via dei Sette Metri, a Roma. La bandiera, da come riferito, sarebbe saltata fuori durante la perquisizione a casa del trentenne, accusato di tentato omicidio, ricettazione e porto abusivo di arma da fuoco, lesioni, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Si racconta che nella notte tra domenica e lunedì gli agenti del commissariato Romanina avrebbero fermato un’auto con due persone a bordo e hanno iniziato gli accertamenti per l'identificazione. Ad un certo punto, dopo essersi accorti di una bomboletta contenente uno spray anti-aggressione nel vano portaoggetti avrebbero quindi chiesto l’ausilio di un’altra pattuglia. Proprio mentre i due stavano scendendo dall’auto per essere controllati, gli agenti avrebbero visto un passamontagna e dei guanti in lattice cadere in terra. In quell’istante, l’uomo al volante sarebbe sceso improvvisamente e ha impugnato un’arma, inserendo contemporaneamente il colpo in canna. I poliziotti avrebbero tentato di fermare l’uomo armato e da qui una colluttazione al termine della quale sarebbero riusciti a disarmare l’uomo che però, è riuscito a fuggire come pure l’altra persona che si trovava con lui. La pistola, nel frattempo, recuperata è risultata rubata. Il trentenne tunisino rintracciato e sottoposto a fermo. L’altro uomo è tuttora ricercato.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...