Facebook, Photo Magic o incubo privacy? Pregi e rischi del riconoscimento facciale

11 novembre 2015 ore 13:45, Micaela Del Monte
Facebook, Photo Magic o incubo privacy? Pregi e rischi del riconoscimento facciale
Anche il riconoscimento facciale.

Facebook non si placa e continua a snocciolare nuove funzioni. Questa in questione si chiama Photo Magic e permette di individuare gli amici ritratti nelle foto, suggerendo la condivisione con loro, attraverso la tecnologia di riconoscimento volti.

Si tratta di uno strumento che, secondo quanto rivelato, è in grado di analizzare le foto archiviate nel dispositivo dall'utente e, attraverso il riconoscimento dei volti, riesce a trovare istantaneamente le foto in cui sono presenti degli amici, inviando una notifica che permette di condividere la foto con le persone raffigurate nello scatto. Photo Magic è pensato soprattutto per chi possiede tantissime foto sullo smartphone e vuole trovarne una in particolare nel più breve tempo possibile. 

Photo Magic è stato lanciato in Australia e si tratta di una funzione molto comoda che però sarà di difficile applicazione in Europa, visto che c’è un regime più stretto per la privacy. La posizione dei garanti della privacy del Vecchio Continente, infatti, è di chiusura nei confronti delle tecnologie atte al riconoscimento facciale. Per chi non lo ricordasse, infatti, già a giugno i garanti europei avevano già bloccato Facebook Moments, l’app del social network tramite la quale è possibile condividere foto con gli amici in maniera automatica e privata, che si basa anch'essa sul riconoscimento facciale. 

Ad annunciare la novità di Photo Magic, è David Marcus, a capo della divisione messaggi di Facebook, con un post pubblicato su Twitter. In un’intervista a TechCrunch, Peter Martinazzi, direttore del product management, dichiara:“Inviare privatamente foto su Messenger è molto diffuso. È un fenomeno che sta crescendo anche più velocemente dello stesso Messenger“. 

Da questa tendenza sarebbe nata quindi l’idea di sfruttare la tecnologia di riconoscimento facciale. È da specificare, che è comunque possibile disabilitare questa opzione, modificando le impostazioni della privacy.
caricamento in corso...
caricamento in corso...