Ora i diabetici italiani sono telemonitorati: il progetto sperimentale

11 settembre 2015, intelligo
Ora i diabetici italiani sono telemonitorati: il progetto sperimentale
In Italia è il primo il progetto sperimentale di telemonitoraggio domiciliare per pazienti. Lo ha studiato e introdotto l'azienda ospedaliera Santa Maria di Terni ed è destinato ai malati di diabete non solo per ridurre gli accessi al pronto soccorso e migliorare le prestazioni ambulatoriali ma anche per garantire una migliore a qualità della vita e le ridurre le complicanze della malattia attraverso il controllo sistematico del metabolismo.

Il progetto ha coinvolto finora 70 pazienti, ognuno dei quali è stato dotato di tutti gli strumenti necessari a trasmettere online i dati di peso, glicemia e pressione ad una piattaforma centralizzata. Gli infermieri della centrale operativa Doctor plus monitorano costantemente, 12 ore al giorno esclusi i festivi, i quadri clinici dei pazienti, segnalano ai medici eventuali valori anomali e forniscono supporto e assistenza continua direttamente a domicilio. Un'assistenza di qualità che permette ai malati di convivere più serenamente con questa malattia che non deve essere sottovalutata.

"I dati sono incoraggianti - ha sottolineato il direttore della struttura Andrea Casciari -, valuteremo come potenziare questo servizio attivando altre aree aziendali". La struttura complessa di Diabetologia segue in totale oltre 7 mila pazienti diabetici, provenienti anche dall'alto Lazio. "Con questo servizio - ha detto l'assessore regionale alla sanità Luca Barberini, presente alla presentazione - abbiamo avvicinato il medico al paziente, ridotto gli accessi e i ricoveri inutili e risparmiato risorse. Cercheremo di replicare questa esperienza in altre strutture".
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...