Stupro Firenze, i dubbi della rete: tutto il complottismo del web

11 settembre 2017 ore 14:17, Andrea Barcariol
Il web si è riscoperto improvvisamente garantista in relazione al presunto stupro di due studentesse americane a Firenze. Accusati del fatto due carabinieri di 33 e 45 anni: uno ha ammesso il rapporto sottolineando però che si trattava di un atto sessuale consensiente. Una vicenda ideale per gli haters che in rete hanno sfogato la solita fiera degli orrori social, tra insulti virtuali, insinuazioni, illazioni e fake news.

Stupro Firenze, i dubbi della rete: tutto il complottismo del web
A dilagare è il complottismo e in tanti si sono scagliati apertamente contro le due americane. “L’hanno fatto apposta per i soldi", il commento più frequente appena uscita la fake news dell'assicurazione anti-stupro delle studentesse, subito smentita dall'avvocato difensore. "Una notizia falsa e ignobile" - l'opinione della criminologa Roberta Bruzzone. In migliaia hanno condiviso questa bufala creata ad hoc dai mendicanti di “like” accusando le vittime di aver architettato tutto per “farsi una vacanza gratis in Italia". E' sufficiente scorrere i profili social di chi ha commentato gli articoli online per difendere i carabinieri per scoprire che gli stessi avevano usato ben altri termini per le violenze avvenute a Rimini ai danni di una donna polacca e una trans peruviana. Da giustizialisti a garantisti nel giro di pochi giorni, niente di strano per i leoni di tastiera, quelli che gettano odio su tutto e tutti.

Dubbi pesanti gettati anche sul video girato da una delle due ragazze (un frame di pochissimi secondi), "Come ha fatto in quei momenti a fare un filmato?
", la domanda ricorrente per screditare la studentessa. La narrazione popolare vuole che in questo momento le americane sia "pericolosissime", (forse sulla scia del ricordo di Amanda Know?) e sono pochi quelli che prendono le loro parti. Gira addirittura un'immagine, che in realtà risale al 2010, con tanto di ringraziamento alla Boldrini rea di volere infangare il nome dell'Arma dei Carabinieri. Cose dell'altro mondo. Anzi cose da Internet.

#stuprofirenze #web #complottismo
 
 



caricamento in corso...
caricamento in corso...