Che fine ha fatto Brigitte Nielsen?

12 dicembre 2016 ore 11:47, intelligo
di Anna Paratore

"L'alcol faceva di me una pessima madre, una donna terribile, depressa, una perdente assoluta. Sentivo voci nella mia testa che mi dicevano di bere…"
Questa è la storia di una donna bellissima e, per lunghi tratti della sua vita, anche baciata dalla fortuna, forse abituata ad ottenere tutto troppo facilmente che, a un certo punto lungo il cammino, si è persa, e ora lotta disperatamente per liberarsi da un grave problema che l’attanaglia ormai da troppo tempo…
Brigitte Nielsen viene al mondo nel luglio del 1963 a Rødovre, una cittadina di 37mila abitanti subito fuori le porte di Copenaghen.  Ha un’infanzia serena, in famiglia, e frequenta regolarmente le scuole anche se è già scritto nel suo DNA che diventerà una donna di spettacolo. Infatti, Brigitte è molto bella, magra e altissima: inevitabile che il mondo della moda non si lasci sfuggire questa ragazza che ben presto finisce a sfilare per i grandi nomi della moda, come Versace, Armani e Ferrè. La vita di Brigitte diventa rutilante, salta da un aereo all’altro, oggi è a New York per uno stage fotografico, domani in passerella per una sfilata a Milano e il giorno seguente magari a Parigi, dove deve prestare corpo e volto a una pubblicità. Durante i suoi viaggi conosce il compositore danese Kasper Winding e dopo una breve relazione sentimentale, i due si sposano. Il 12 aprile del 1984 nasce il primo figlio di Brigitte, Julian. Subito dopo, però,  il matrimonio entra in crisi, e la coppia arriva al divorzio. E’ a questo punto che durante una sfilata in Italia, Brigitte viene notata da Dino De Laurentis che ha in cantiere un film di fanta-azione con Arnold Shwarznegger, Yado. Il ruolo femminile, quello della principessa guerriera, ultima superstite di una stirpe reale e in cerca di vendetta, è perfetto per Brigitte e la sua fisicità da valkiria, con le lunghissime gambe, il corpo atletico, il volto in parte androgino. De Laurentis non ci pensa due volte a scritturarla, e così lei inizia la sua avventura nel mondo della celluloide.  Il film è un successo al botteghino, anche se la critica non è delle migliori. In più, durante le riprese tra Brigitte e Arnold nasce una forte intesa che lei racconta così: “Con Arnold l'attrazione è stata immediata. Poiché sapevamo che non sarebbe durata oltre il film, non ci siamo trattenuti. Volevamo provare tutto e così è stato, senza tabù e senza promesse". 
Yado però, continua ad essere determinante nella vita di Brigitte, perché è proprio durante la tournée di presentazione del film negli Stati Uniti, che l’attrice conosce Silvester Stallone, e anche qui l’attrazione è immediata. Con Stallone Brigitte gira due film, Rocky IV e Cobra, e nel 1985 rimedia anche un Razzie Awards come “Peggior attrice non protagonista” per RocKy IV e come “peggior esordiente” per Yado.  Per fortuna a compensarla dalla delusione per le pessime critiche arriva la storia d’amore con Stallone che 9 mesi dopo il loro incontro diventa il suo secondo marito.  La cerimonia è sfarzosa e si svolge a casa del produttore Irwin Winkler, ma anche questa unione non è nata sotto una buona stella. Dice Brigitte: “Mi considerava una sua proprietà come un'automobile. E poi Stallone solo di nome. Con tutti gli steroidi presi somigliava a un coniglio", una stroncatura che non lascia possibilità di repliche.     
Negli anni che seguono, Brigitte riprende a girare il mondo per lavoro e sbarca anche in Italia dove riscuote parecchio successo per la sua fisicità e la sua simpatia. Pippo Baudo la vuole accanto a sé e alla Cuccarini in uno show su Canale5 dove Brigitte dimostra di avere anche buone capacità vocali lanciando un suo primo disco che riscuote pure un discreto successo. Negli anni ’90, sempre con Pippo Baudo presenta anche il festival di Sanremo. Nel 1993, poi, sposa il terzo marito, il pilota svizzero di rally Raoul Meyer e si trasferisce in Svizzera, e con lui metterà al mondo altri due figli. Dopo una serie di trasmissioni televisive un po’ in tutto il mondo, viene travolta da uno scandalo mediatico. E’ il 1997 quando un settimanale scandalistico francese, Voici, la chiama in causa riguardo a un’inchiesta della magistratura francese del 1995. Secondo Voici, sarebbe proprio Brigitte la star hollywoodiana indagata per far parte di un giro di squillo internazionali che venderebbero i loro “servizi” a dignitari arabi e a ricchissimi sceicchi. Sempre secondo il giornale scandalistico, Brigitte nel settembre 1996 avrebbe raggiunto un principe arabo all’hotel Martinez di Cannes, dove si sarebbe intrattenuta a lungo nella suite di lui per la “modica” somma di un milione di dollari. Ovviamente, Brigitte ha smentito.
Terminate le chiacchiere, dal 2000 in poi Brigitte si è dedicata soprattutto a reality show, partecipando a moltissimi di questi in tutto il mondo. Ad esempio è stata una delle concorrenti de La Talpa, su Rai 2, e di The surreal Life 3, per il network statunitense VH1. Nel Regno Unito ha partecipato a Strange Love, è stata una delle concorrenti di Celebrity Big Brother, e in tutto questo ha anche trovato il tempo per partecipare come guest star alla soap Un posto al sole su Rai3, e al cinepanettone Paparazzi, di Neri Parenti, in cui interpreta se stessa. 
Nel 2006 si è poi sposata per la quarta volta con Mattia Dessì, un ragazzo sardo di 15 anni più giovane di lei. Per un po’ i due hanno vissuto in Italia, poi si sono definitivamente trasferiti a Los Angeles, dove Brigitte ha ripreso a lavorare in serie televisive e in reality show. In questo periodo, dopo alcune foto che la ritraevano in un parco completamente ubriaca, ha ammesso di avere un grave problema con l’alcool, e di lavorare quanto possibile per cercare di uscirne fuori. Probabilmente, a portarla sulla strada dell’alcolismo possono essere anche state le gravi preoccupazioni per la salute di Raul, il più piccolo dei suoi quattro figli avuti da tre uomini diversi, che già a 9 anni era stato operato per un tumore al cervello, e che a 16 anni ha avuto una ricaduta della stessa malattia. Attualmente, e per fortuna, il ragazzo sembra essere completamente guarito, mentre Brigitte ancora combatte con la sua dipendenza anche se ultimamente pare  stare meglio e si può vantare di non avere avuto ricadute con la bottiglia. Tutto ciò, comunque, non le ha impedito di partecipare nel 2014 al film americano Mercenarie, nel 2015 a un suo talk show per la tv danese intitolato “Gitte Talks”, e nel 2016 di condurre per RTL II “Wirt sucht Liebe” la versione tedesca de “Il contadino cerca moglie”.
A noi non resta che farle tanti auguri sperando di rivederla presto in Italia in splendida forma…

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...