Tiziano Ferro, un tour spettacolare tra emozioni e "condizioni estreme"

12 giugno 2017 ore 16:04, Micaela Del Monte
E’ partito l’11 giugno da Lignano Sabbiadoro (Udine) davanti a oltre 20mila persone il nuovo tour di Tiziano Ferro, che porta negli stadi italiani l’ultimo album già quadruplo disco di platino Il mestiere della vita (Universal Music Italia) e i più grandi successi dell’artista di Latina che se due anni fa volava sul palco stavolta, per stupire, ha scelto l’acqua. 

Tiziano Ferro, un tour spettacolare tra emozioni e 'condizioni estreme'
SPETTACOLO E EMOZIONE -
E’ infatti una cascata, vera e propria, ad aprire – e chiudere – il live: “Volevo evitare il rischio di ripetermi. Quello era uno show ‘fuori’, questo parte ‘da dentro’ e a caratterizzarlo è l’acqua, elemento mutevole che mi rappresenta molto”, ha dichiarato il cantautore. "Sarà uno spettacolo altamente moderno. Con una scaletta ragionata dall’inizio alla fine e dal contenuto emotivo forte. Uno spettacolo dove la scenografia non toglie nulla alla musica, alla voce, alle canzoni che restano sempre al centro". E così è stato. Tre schermi fronte palco, uno mobile per il tetto di copertura e il pavimento led. Il tutto per effetti video non usuali, laser cyclone ruotanti, cascate d’acqua, piogge e nebulizzazioni. "Ho usato come elemento nuovo l’acqua perché rappresenta l’irregolarità della vita e la rivoluzione di ciò che si evolve", racconta. "Volevo un elemento che fosse inatteso e scomodo. Volevo provare a lavorare “in condizioni estreme”".

DATE E SCALETTA - Tredici date in tutto, con il tris di Milano e il bis di Roma allo Stadio Olimpico il 28 e il 30 giugno. Ventinove brani in scaletta, compresi i tre  bis. Canzoni dell’ultimo disco, “Il Mestiere della vita” (che apre di fatto il concerto) a pezzi del suo repertorio storico. Non mancano “Sere nere”, “Perdono”, “Rosso relativo”, “Ed ero contentissimo”, insieme ai tre medley divisi rigorosamente per genere (“R&B”, “Electro dance” e”Acoustic”), a “Il Conforto” (da solo senza Carmen Consoli), a “Potremmo ritornare” che chiude lo spettacolo sotto l’effetto pioggia. Ripropone a sorpresa la cover di Luigi Tenco, “Mi sono innamorato di te” (cantata per la prima volta sul palco dell’Ariston ad apertura dell’ultima edizione del Festival di Sanremo): lui al pianoforte e scenografia in bianco e nero. "Mi sento un po’ tra Drake e Luigi Tenco", raccontava auto definendosi prima di salire sul palco. 

Queste tutte le date del tour di Tiziano Ferro: 

11 giugno LIGNANO (UD) – Stadio Teghil
16 giugno – MILANO Stadio San Siro
17 giugno – MILANO Stadio San Siro
19 giugno – MILANO Stadio San Siro
21 giugno – TORINO Stadio Olimpico
24 giugno – BOLOGNAStadio Dall’Ara
28 giugno – ROMA Stadio Olimpico
30 giugno – ROMA Stadio Olimpico
4 luglio BARI –  Arena della Vittoria
5 luglio BARI – Arena della Vittoria
8 luglio MESSINA – Stadio San Filippo
12 luglio SALERNO  – Stadio Arechi
15 luglio FIRENZE  – Stadio Franchi
caricamento in corso...
caricamento in corso...