Ingrassare è una questione di "naso": anche l'olfatto ha le sue colpe

12 luglio 2017 ore 9:05, Eleonora Baldo

Non solo l’occhio, ma anche il naso vuole la sua parte, o almeno queste sono le conclusioni a cui sono giunti i ricercatori scientifici della University of California, analizzando il rapporto esistente tra olfatto e aumento di peso.

Lo studio, i cui risultati sono stati pubblicati anche nella rivista scientifica di settore “Cell Metabolism” ha analizzato le reazioni metaboliche di 3 gruppi di topi a cui erano state rispettivamente azzerate le percezioni olfattive (primo gruppo), mantenute intatte (secondo gruppo) e, infine, potenziate (terzo gruppo) somministrando a tutti gli animaletti del campione la medesima dieta, particolarmente ricca di grassi.

Ebbene i risultati raggiunti dalla ricerca hanno evidenziato come i topolini a cui erano state potenziate le percezioni olfattive fossero ingrassati maggiormente rispetto agli altri e, specularmente come i topolini a cui invece erano state azzerate tali percezioni avessero mantenuto più o meno un peso stabile mentre, prevedibilmente, quelli a cui erano state mantenute inalterate le naturali percezioni olfattive segnassero un aumento di peso “intermedio” rispetto a quanto registrato per il primo e per il terzo gruppo d’indagine.

Ingrassare è una questione di 'naso': anche l'olfatto ha le sue colpe

Lo studio condotto potrebbe quindi avere importanti risvolti per la cura delle malattie legate al metabolismo come obesità, bulimia e anoressia. Infatti, secondo quanto affermato da Andrew Dillin Howard, dell’Howard Hughes Medical Institute, lo studio rivelerebbe il ruolo fondamentale svolto dai sistemi sensoriali nel metabolismo: “L’aumento di peso no è puramente una misura delle calorie assunte, è anche legato al modo in cui le calorie vengono percepite” ha dichiarato il ricercatore. Sulla stessa lunghezza d’onda anche le dichiarazioni di Cèline Riera, del Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles: “Questo documento è uno dei primi studi che veramente dimostra che se manipoliamo l’olfatto possiamo in effetti alterare il modo in cui il cervello percepisce l’equilibrio energetico e come lo regola”.

#ricerca #dieta #metabolismo

caricamento in corso...
caricamento in corso...