Air France: verso l'accordo, ma chi ha sbagliato paga: 5 arresti

12 ottobre 2015, Micaela Del Monte
Air France: verso l'accordo, ma chi ha sbagliato paga: 5 arresti
Avevano cercato di "vendicare" il nuovo piano di 2.900 licenziamenti con un'aggressione, ora cinque dipendenti dell'Air France che lo scorso lunedì avevano fatto irruzione nella sede di Air France a Roissy dove si teneva un “Comitato centrale d’impresa” dedicato al piano di ristrutturazione sono stati arrestati.

I lavoratori, addetti alla divisione cargo, sono accusati di aver aggredito alcuni dirigenti dell'azienda. Quattro di loro sono stati tratti in arresto questa mattina "senza incidenti" nella loro abitazione e un quinto poco dopo.

Due alti dirigenti di Air France erano stati fisicamente aggrediti, con le camicie strappate, ed erano dovuti fuggire precipitosamente scavalcando delle recinzioni. Immagini e foto che hanno fatto il giro del mondo. Dopo l'accaduto l'azienda sporse denuncia contro almeno 10 persone per "violenze aggravate" e già nei giorni scorsi si era appreso che alcuni dei responsabili erano stati "chiaramente identificati".

Venerdì però, dopo mesi di contrasti, sfociati proprio con l'aggressione della scorsa settimana, c'è stato un nuovo incontro tra il management e i rappresentanti dei piloti che sembra aver avuto esito positivo. Dalla riunione non sono emerse nuove proposte ma sarebbe comunque servito per rilanciare il dialogo e “continuare a lavorare insieme per definire il quadro per i negoziati futuri”, cosìi come ha spiegato il portavoce del sindacato di categoria, Snpl.
caricamento in corso...
caricamento in corso...