Selfie della discordia: al fotografo il copyright sancito con una sentenza

12 settembre 2017 ore 13:34, Andrea Barcariol
Una battaglia legale durata due anni. Da una parte un fotografo britannico, dall'altra l'associazione per la protezione degli animali Peta. Oggetto del contendere il copyright sul celebre 'selfie del macaco'. Il contenzioso si è concluso con la vittoria di David Slater che ha ottenuto i diritti dell'immagine - scattata dalla stessa scimmia in una giungla indonesiana nel 2011 - che ritrae il grosso macaco sorridente.

Selfie della discordia: al fotografo il copyright sancito con una sentenza
Un tribunale di San Francisco aveva stabilito che il copyright non poteva essere applicato a una scimmia, ma Peta aveva sostenuto che il macaco (una femmina chiamata Naruto) aveva il diritto di trarre beneficio da quell'immagine mentre c’era chi sosteneva che in realtà le foto fossero di pubblico dominio perché la scimmia non possiede la personalità giuridica.
Il ricorso dell'associazione animalista "per conto della scimmia" è stato respinto da parte del giudice ma Slater ha accettato di donare ad associazioni di beneficienza
"che si dedicano alla protezione del welfare o dell'habitat di Naruto" (si tratta di una specie a rischio estinzione) il 25% delle entrate future legate alla vendita dell'immagine. Slater sosteneva di essersi impegnato per arrivare ad ottenere lo scatto e che quindi i diritti erano suoi.

IL SECONDO NO
La richiesta era stata già respinta nel gennaio 2016. Il 20 marzo successivo però PETA aveva presentato un ricorso in appello. Ora è arrivato il secondo no, quello definitivo. Slater aveva pubblicato la foto nel suo libro Wildlife Personalities, oltre ad averla venduta a siti e giornali in tutto il mondo.

#selfie #macaco #fotografo
caricamento in corso...
caricamento in corso...