Michele Torpedine boccia Sanremo, cantanti e giuria: "Tutte bugie"

13 febbraio 2017 ore 15:56, Micaela Del Monte
Michele Torpedine contro tutti a Sanremo. Il manager di grandi cantanti italiani, intervistato da Rtl 102.5, ha infatti criticato la composizione di certe giurie e suggerisce chi dovrebbe giudicare i cantanti del Festival. Sul podio al Festival di Sanremo ha visto Francesco Gabbani trionfare su Fiorella Mannoia: "Riconosco la furbizia e la produzione del brano di Gabbani, che è tra l’altro di un amico carissimo e grande musicista, Luca Chiaravalli, con il quale abbiamo lavorato al disco di Eros Ramazzotti, ma avrei rispettato di più il Festival della canzone con Fiorella. Avrei rispettato di più la canzone italiana, la carriera di Fiorella, avrei dato più peso a una cosa che rimane perché purtroppo quei progetti così durano pochi mesi" ha detto il manager.

Michele Torpedine boccia Sanremo, cantanti e giuria: 'Tutte bugie'
Torpedine però se l'è presa anche con Zucchero, ospite a Sanremo nell'ultima puntata come ospite internazionale qual è, parlando le bugie dette sul palco dell'Ariston che avrebbero riguardato il numero di dischi venduti in carriera. 60 milioni secondo le stime riportate al Festival, ma appena 12 o 13 milioni per Michele Torpedine, che rifugge con tutte le sue forze il passaggio di messaggi sbagliati in tv. In più, Torpedine nega che l’episodio del provino di Miserere gettato nel camino sia mai esistito.  "L'episodio della cassetta con il provino di Miserere gettata nel camino a casa di Pavarotti è pura invenzione, così come il fatto che Zucchero abbia venduto 60 milioni di dischi" ha detto il produttore. "E' caratteristica comune a tutti gli artisti l'ingratitudine", ha spiegato all'ANSA Torpedine, che tira in ballo anche Giorgia, ospite della seconda serata del festival, "che ha ringraziato Pippo Baudo e non me, dimenticando forse che quando lui al festival non la voleva fui io a convincerlo, al bar Vanni di Roma, a prendere questa ragazza a Sanremo", racconta.

Una battuta anche sulle giurie, a Sanremo e non solo. Chi vorrebbe come giudice? "Io per primo sicuro, Celso Valli, Mauro Maravasi, musicisti, Luca Chiaravalli, Dado Parisini, Michele Canova, gente che è abituata a vendere, a fare successi, allora ha l’intuito e il fiuto per poter decidere quello che funziona e no, poi davanti metti tutti i vari attori, quella gente inutile con le palette. Quanti anni sono che non c’è un successo vero da Sanremo?".

E poi: "Da Giorgia e Bocelli, casualmente tutti e due miei, lo sapete che non mi hanno mai chiamato in una commissione? Un po’ perché rompo i cogli*ni, anche molto, sono uno che dà molto fastidio, ma non mi hanno mai chiamato. Io ho vinto quattro volte il Festival di Sanremo. Ho portato artisti come Zucchero, Giorgia, Bocelli, Il Volo, poi chiami Morgan, Agnelli, cosa hanno mai venduto? Poi molti di questi vendono dalla Val D’Aosta alla Puglia, non escono da qua".

#MicheleTorpedine #Sanremo2017 #bugie
caricamento in corso...
caricamento in corso...